CecalSrl

Sono stati i Carabinieri del Nucleo Radiomobile, impegnati in un servizio straordinario di controllo del territorio, disposto dal Comando Provinciale di Palermo, a trarre in arresto: Marius Adrian Birsan, nato in Romania nel 1988 e Ovidiu Mihai Nunuca, nato in Romania nel 1996, entrambi domiciliati a Palermo.

I fatti risalgono a ieri sera intorno alle 21.50, quando è giunta una telefonata al 112 da parte di un cittadino che riferiva di aver notato due giovani, uno con felpa chiara con il cappuccio sulla testa e il secondo vestito di scuro, che uscivano da una villa scavalcando il muro di cinta. Certo che non fossero i proprietari, aveva chiesto ai ragazzi cosa stessero facendo, ma i due, vistisi scoperti si erano dati alla fuga disfacendosi di un borsone.
Sul posto giungevano tre gazzelle dell’Arma, che tagliavano ogni via di fuga ai due, corrispondenti per abbigliamento e conformazione fisica con quelli appena descritti, fermandoli in via Catalano, a poche decine di metri da via Omero.
I militari ritornati indietro, hanno avuto conferma che fossero i giovani in questione, riconosciuti senza ombra di dubbio dal denunciante.
All’interno del borsone di colore nero lasciato dai due prima di darsi alla fuga, i Carabinieri hanno trovato: una macchina fotografica, un telefono cellulare e vari oggetti in bigiotteria da donna per un valore complessivo di circa 1.000 €.
Contattato il proprietario dell’immobile, i Carabinieri hanno effettuato un sopralluogo trovando una persiana divelta, da cui erano entrati e la casa messa a soqquadro.
Marius Adrian Birsan e Ovidiu Mihai Nunuca accompagnati in caserma, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria sono stati tratti in arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso in abitazione e trattenuti in caserma, in attesa di essere sottoposti al giudizio per direttissima presso il Tribunale di Palermo.

CONDIVIDI