CecalSrl

CEFALÙ. Il “Ritratto d’uomo” di Antonello da Messina, gioiello delle collezioni del museo Mandralisca, sarà esposto a Milano in una grande mostra su Leonardo. La collocazione dell’opera in una retrospettiva su uno dei maggiori artisti di tutti i tempi è un riconoscimento al valore del dipinto conservato a  Cefalù. L’ultima volta che il “Ritratto” ha lasciato la Sicilia è stato nel 2006 per essere esposto al Metropolitan Museum di New York e alle Scuderie del Quirinale. Stavolta potrà essere ammirato a Palazzo Reale. Il capolavoro di Antonello ha lasciato oggi le sale del Mandralisca e, e sotto scorta della polizia, ha raggiunto Milano dove sarà esposto all’interno di una teca con gli stessi valori termoigrometrici mantenuti a Cefalù. Sono state rispettate tutte le condizioni di sicurezza e di conservazione indicate nell’autorizzazione al trasferimento rilasciata dalla Sovrintendenza ai Beni culturali e ambientali di Palermo.

Il “Ritratto” di Antonello sarà collocato nella sezione tematica “Anatomia, fisiognomica e moti d’animo”, accanto al dipinto “Ritratto di Musico” di Leonardo da Vinci.

La mostra di Milano (“Leonardo 1452-1519”), che resterà aperta fino al 19 luglio, è la principale iniziativa espositiva organizzata dal Comune e dal gruppo Skira in occasione di Expo 2015 e fa parte di un ambizioso progetto dedicato all’opera complessiva di Leonardo nel suo intreccio di arte e scienza. Si tratta di un’occasione unica per ripercorrere la straordinaria figura di Leonardo messa a confronto con altri autori del suo livello e della sua epoca. Per questo la Sovrintendenza e l’assessore regionale ai Beni culturali Antonio Purpura  hanno riconosciuto le “ragioni culturali e scientifiche della mostra nonché il prestigio dell’istituzione” che ha richiesto il prestito dell’Antonello. All’allestimento dell’esposizione hanno contribuito con diverse opere i maggiori musei del mondo tra cui il Metropolitan di New York, il British Museum, gli Uffizi di Firenze.

CONDIVIDI