CecalSrl

All’iniziativa hanno aderito ventisette ristoranti siciliani con menu’ della dieta mediterranea

Un caleidoscopio di saperi e sapori di grande pregio, un concept promozionale che coniuga prelibatezze gastronomiche in un unico affascinante format che valorizza la dieta mediterranea. Il prossimo 25 e 26 aprile sarà un weekend dedicato al Gusto Mediterraneo, grazie all’azione sperimentale promossa dal Gal Isc Madonie, Gal Metropoli Est e Gal Sicani (partners del progetto di cooperazione prodotti tipici e dieta Mediterranea) con la preziosa collaborazione di ventisette aziende turistico-ricettive e ristorative di diciassette Comuni siciliani (Gangi, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Geraci Siculo, Pollina, Collesano, Castelbuono, Palermo,Casteldaccia, Baucina, Bagheria San Biagio Platani, Contessa Entellina, Chiusa Sclafani, Sambuca di Sicilia, Santo Stefano Quisquina e Palazzo Adriano) che offriranno ai propri clienti sia dei menù esclusivamente preparati mediante l’utilizzo di prodotti ed alimenti della Dieta Mediterranea sia attività laboratoriali per apprenderne la preparazione.
Un’iniziativa tesa a promuovere e utilizzare l’alimento come portatore di una cultura del biologico, dell’ecologico, del Km sostenibile, del tipico, della filiera corta e della dieta del Mediterraneo, attraverso la conoscenza e l’apprendimento, un modo nuovo di approvvigionarsi, acquistare, trasformare, consumare il cibo, una nuova cultura dell’alimentazione fatta di salute e di benessere.
“L’iniziativa sperimentale è pensata – ha detto il presidente del Gal Isc Madonie, Bartolo Vienna – come percorso itinerante alla scoperta di luoghi e di prodotti di eccellenza del territorio siciliano, dal pane alla pasta alla frutta, verdura, legumi e ancora olio extra-vergine di oliva e pesce, ingredienti cardine della Dieta Mediterranea dichiarata dall’Unesco “Patrimonio orale e immateriale dell’umanità”, gli obiettivi da perseguire il miglioramento dello stile di vita alimentare con il consumo di prodotti sani e terapeutici in grado di limitare alcune patologie, salvaguardare l’identità, il luogo di nascita e di crescita, degli alimenti.”

Elenco aziende aderenti

CONDIVIDI