CecalSrl

L’Assessore alla Sanità Lucia Borsellino visita l’ospedale Madonna dell’Alto e incontra i sindaci delle Madonie. L’incontro ha anche affrontato la problematica viabilità che non può essere staccata dalla sanità. Ed è per questo che l’Assessore si è impegnata a far rientrare alcuni interventi di potenziamento dell’Ospedale di Petralia Sottana nello stato di emergenza che la giunta di governo regionale chiederà allo Stato centrale. Uno stato di emergenza che investe le Madonie che l’assessore Borsellino,  per la prima volta in visita all’Ospedale Madonna dell’Alto, ha potuto costatare direttamente. Oltre alla Borsellino all’incontro erano presenti il direttore dell’Asp Antonio Candela, il direttore sanitario Giuseppe Noto, il responsabile del 118 Genco e il direttore sanitario Gianfranco Licciardi.  Ad illustrare nei dettagli il piano di potenziamento del presidio ai sindaci e agli operatori sanitari è stato il direttore dell’Asp Antonio Candela. Dal confronto sono venute fuori alcune proposte che saranno immediatamente esecutive ad iniziare dall’elisoccorso che da H12 passerà ad H24 non solo per l’ospedale ma anche per quei comuni  madoniti che dispongono di un campo di calcio illuminato ed hanno alcuni requisiti. Saranno potenziate alcune postazioni del 118 con aumento orario e la presenza di un infermiere di area critica a bordo che al momento erano scoperte quali quelle di Caltavuturo, Bompietro e Scillato. Sarà riattivata la postazione di Polizzi Generosa e attivata la funzione di ortopedia con tre medici. I trasferimenti dei malati potranno avvenire anche negli ospedali di Caltanissetta ed Enna. L’Assessore si è anche impegnata ad intervenire presso l’Anas affinché possa eseguire la manutenzione delle strade. Soddisfatti della proposta i vari sindaci tra i quali quello di Petralia Soprana Pietro Macaluso.

CONDIVIDI