CecalSrl

“L’approvazione da parte della Quarta commissione dell’Assemblea Regionale Siciliana dell’emendamento alla Finanziaria che regolamenta l’ambito territoriale ottimale per il servizio idrico integrato è un ottimo segnale, in linea con la volontà del governo e che consentirà così alla Sicilia di evitare l’infrazione comunitaria e il commissariamento. Si tratta di un passo avanti importante, fortemente auspicato da questo esecutivo che aveva già presentato degli emendamenti ad hoc, e che si muove nella direzione di un servizio idrico efficiente e armonizzato che tenga conto delle esigenze di tutti i Comuni, piccoli e grandi. L’acqua è e rimane un bene pubblico che va però gestito al meglio, evitando sprechi e garantendo gli stessi diritti a tutti i siciliani”. Lo dice l’Assessore regionale all’Energia e ai Servizi di Pubblica Utilità Vania Contrafatto (foto).

CONDIVIDI