CecalSrl

MONREALE – Il 10 maggio u.s. i Carabinieri della Stazione di Monreale unitamente ai militari dell’Aliquota Radiomobile hanno tratto in arresto Giovanni IENNA (nella foto), trentacinquenne, volto noto alle forze dell’ordine e L.G., 43enne, con l’accusa di furto aggravato di acqua potabile.

In particolare i due rei avevano creato un vero e proprio impianto idrico che gli consentiva di sottrarre l’acqua potabile dalla cisterna condominiale, senza registrare alcun consumo e senza alcuna limitazione.

A avvisare i Carabinieri sono stati i vicini di casa che resisi conto del furto ai loro danni non hanno esitato neanche un attimo ed hanno subito sporto denuncia querela nei confronti dei due.

Per gli arrestati è stata disposta la citazione diretta a giudizio, dove il giudice ha convalidato gli arresti senza disporre alcuna misura cautelare. Entrambi gli arrestati hanno chiesto termini a difesa, pertanto rimessi in libertà.

CONDIVIDI