CecalSrl

PALERMO: In tre distinte operazioni antidroga i Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo hanno arrestato quattro pusher, sorpresi con eroina e cocaina.

I primi ad entrare in azione sono stati i Carabinieri della Stazione di Oreto, che hanno arrestato UCHECHUKWU Daniel nato in Okrika – Nigeria classe 1979, domiciliato a Palermo in Via Augusto Elia.

Il cittadino Nigeriano, illecitamente deteneva, nr. 3 ovuli contenenti sostanza stupefacente del tipo eroina del peso complessivo di gr. 70 circa, e nr. 3 ovuli contenenti sostanza polverulenta biancastra, quasi certamente eroina, del peso di circa 39,5 gr; oltre a detenere materiale per il confezionamento (bilancino, carta stagnola, cellophane, nastro isolante) e la somma di euro 550,00.

Il cittadino nigeriano molto alto e con i capelli corti era stato notato dagli investigatori utilizzare per gli spostamenti in centro, di una bicicletta. Dopo averlo seguito lo si vedeva uscire da un portone condominiale, di Via Augusto Elia, sempre con la sua bicicletta, pertanto si decideva ad entrare in azione e fermare l’individuo in strada, identificandolo in UCHECHUKWU Daniel.

La persona si mostrava da subito nervosa al controllo ed alle domande poste dai Carabinieri riferiva di abitare a Napoli e di trovarsi a Palermo poiché vi abita in centro la sua fidanzata, senza precisare l’indirizzo, negando inoltre di abitare in zona e rinvenendo sulla sua persona un mazzo di chiavi continuava a negare dicendo che le chiavi erano del suo appartamento di Napoli.

La perquisizione dava esito positivo in quanto Sotto al materassino del divano, si rinveniva la somma di euro 540,00.

Nel cassetto del comò della camera da letto si rinveniva, un rotolino di nastro isolante di colore bianco, parzialmente utilizzato.

Nello sgabuzzino, all’interno di un secchio di colore azzurro, dentro ad una calza sportiva marca “robe di kappa” di colore nero da uomo, si rinvenivano: tre ovuli contenenti materiale polverulento beige, verosimilmente eroina (uno del peso di gr. 28 e due del peso di gr. 21 l’uno) e tre ovuli contenenti sostanza polverulenta biancastra, verosimilmente cocaina (uno del peso di gr. 16, uno del peso di gr. 12 ed uno del peso di gr. 11,5), tutti confezionati con diversi strati di cellophane trasparente; un bilancino di precisione marca Diamond.

Nella cucina si rinveniva un rotolo di pellicola trasparente ed un rotolo di carta stagnola, privi di scatola, parzialmente utilizzati, materiale idoneo al confezionamento dello stupefacente.

Per quanto sopra accertato ed in particolare per l’esito della perquisizione eseguita che permetteva di rinvenire circa 70 gr di eroina e circa 39,5 gr. di cocaina, quantitativo consistente di stupefacente di vario tipo,  circostanza che non lascia dubbi in ordine alla destinazione ad un’attivita’ di spaccio, nonché strumenti tipici  e sintomatici di un’attività prodromica allo spaccio di stupefacenti (bilancino di precisione, nastro adesivo, cellophane e carta stagnola.), si è proceduto all’arresto di UCHECHUKWU Daniel.

La competente Autorità Giudiziaria che ha coordinato le indagini ha disposto nei confronti del prevenuto la misura cautelare in carcere, pertanto associato presso la Casa Circondariale Pagliarelli di Palermo.

La seconda operazione antidroga è stata eseguita dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia San Lorenzo nel quartiere di “Borgo Nuovo”, che hanno arrestato per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” E. s., nato Palermo classe 1996, ivi residente via passaggio De Felice Giuffrida, nullafacente, incensurato.

I Carabinieri facevano irruzione presso l’abitazione del presunto pusher, dove a seguito di perquisizione personale e domiciliale, rinvenivano nella sua disponibilità 10 grammi  sostanza stupefacente tipo “cocaina”, due bilancini di precisione, materiale per il confezionamento e la somma contante di € 155, provento illecita attività di spaccio, sottoposto a sequestro.

Il prevenuto, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, nella giornata di ieri è stato giudicato con rito direttissimo conclusosi con la convalida e rimesso in libertà.

Martedì scorso a Palermo, in via Nunzio Nasi, i Carabinieri del Nucleo Operativo, nell’ambito di un mirato servizio antidroga nel quartiere “Ballarò”, hanno tratto in arresto: GRISAFI Alfonso, nato a palermo classe 1980, ivi residente, convivente, disoccupato, e  CANGEMI Antonino, nato a palermo classe 1989, ivi residente disoccupato, entrambi volti noti alle forze dell’ordine.

I due presunti pusher sottoposti a perquisizione locale e personale, venivano trovati in possesso di 18grammi di marijuana già suddivisa in dosi e della somma contante di complessivi euro 203,00, ritenuta provento del reato sottoposta a sequestro unitamente allo stupefacente.

Al termine delle formalità di rito i prevenuti sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari in attesa di essere giudicati con rito direttissimo, conclusosi con la convalida degli arresti. Per GRISAFI Alfonso è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora e della firma in Caserma, mentre per CANGEMI Antonino, dovrà inoltre scontare una pena per la durata di due mesi ai lavori socialmente utili, pertanto entrambi rimessi in libertà.

CONDIVIDI