CecalSrl

Il 10 maggio scorso si è svolta l’Assemblea dei soci della Banca di Credito Cooperativo San Giuseppe per l’approvazione del Bilancio 2014, che per la prima volta è stata ospitata negli accoglienti locali della nuova sede amministrativa di Corso Paolo Agliata a Petralia Sottana.

Il Presidente Avv. Stefano Farinella, in apertura dei lavori assembleari ha portato a conoscenza dei soci, il progetto di autoriforma che da qualche mese è in corso di definizione e che si propone di riscrivere le regole e il modus operandi del movimento delle banche di credito cooperativo. La relazione di bilancio ha evidenziato la vitalità e il buon funzionamento della banca che ha conseguito un utile di circa 1.200.000 euro. Il bilancio 2014 è stato votato e approvato dall’Assemblea con buona soddisfazione dei soci, oltre che per l’utile conseguito anche per il positivo generale andamento della Banca. Il Presidente nel corso dell’Assemblea ha reso noto agli intervenuti che quest’anno ricorre il 110decimo anniversario della fondazione della Banca, e che il Consiglio di Amministrazione in onore di tale anniversario ha in programma una serie di iniziative e di eventi celebrativi.
Nel corso dell’ Assemblea uno spazio è stato riservato ai rappresentati dell’associazione giovani soci Young BCC San Giuseppe di Petralia Sottana, sodalizio che dal 2012 si propone di essere una “fucina” di nuove energie con l’obiettivo di alimentare di forze nuove la base sociale della Banca. In merito il Presidente ha ribadito la necessità di preservare  anche attraverso il contributo dei giovani soci, i valori che sono a fondamento del credito cooperativo.

A conclusione l’intervento congiunto del Presidente e del Direttore Dott. Dario Di Vita, ha evidenziato lo spirito dell’attività svolta, improntata allo sviluppo del territorio e al sostegno delle famiglie e delle imprese madonite. Di Vita ha pure sottolineato il buoni livelli di efficienza della banca, che ha replicato i buoni risultati degli ultimi anni seppur in un contesto macro economico di recessione diffusa.

CONDIVIDI