CecalSrl

Gruppo “Alleanza per Pollina”: discorso di congedo Consiglio Comunale.

Gent.mi Colleghi, Sigg.ri Amministratori, Sig. Presidente, On. Le Sig. Sindaco, 
siamo ormai giunti al termine dei cinque anni di questa amministrazione.
Mancano, infatti, dieci giorni alla fine di questa esperienza politica e questa sede rappresenta l’ultima occasione ufficiale, per l’attuale Consiglio Comunale, di rivolgersi ai cittadini.
Con stima vorrei condividere alcune considerazioni.
L’ultimo Consiglio Comunale diventa anche l’occasione per uno scambio di auguri, considerando che alcuni di noi non faranno più parte di questa Assise.
Quindi l’augurio e il ringraziamento, se vogliamo, ai Consiglieri uscenti, che non si candidano più, ed al gruppo Alleanza per Pollina, oggi composto dal sottoscritto, Pietro Musotto, dai Consiglieri Di Chiara, Scialabba, Solaro, Castiglia e Cangelosi, e che inizialmente comprendeva anche i Consiglieri Di Marco, Rocca e Bisconti, che, come ben sappiamo, hanno dovuto rinunciare per valide ragioni personali.
Il gruppo “Alleanza per Pollina” è stato il Gruppo di minoranza e non, mi preme sottolinearlo, di opposizione preconcetta. Infatti, ogni singolo atto, poi discusso in aula, anche nella vivacità delle relazioni umane, ma in un confronto sempre democratico, veniva attenzionato nei pre-Consiglio, affinchè ogni singola azione fosse sempre in funzione di un vantaggio per la collettività.
Concretezza e coerenza con le istanze del territorio: questa è stata la linea guida dell’operato del nostro gruppo consiliare, al fine di portare avanti gli impegni assunti con la gente e di soddisfare i bisogni di tutti i cittadini.
A tal proposito, sig. Presidente, vorrei ricordare quante volte questo gruppo ha votato all’unanimità alcune decisioni, quante volte ha mantenuto il numero legale in aula, permettendo di poter iniziare i Consigli Comunali e far svolgere con serenità la discussione e la votazione dei punti all’ordine del giorno.
Tutto ciò veniva ricompensato pagando lo scotto di essere una “minoranza troppo buona”.

In questi anni abbiamo lavorato cercando di dare massima espressione all’importante ruolo amministrativo. Ci siamo mossi con questo obiettivo, tenendo ben presente le necessità della gente, ma anche le potenzialità espresse dalla nostra Comunità, che soprattutto negli ultimi anni si è trovata in difficoltà per i cambiamenti avvenuti nel contesto economico, che ben conosciamo.
Mi riferisco alla chiusura del Villaggio Valtur di Pollina, che ha rappresentato negli anni passati, l’unica fonte di reddito per molte famiglie, oggi, purtroppo, alla continua disperata ricerca di un lavoro.
Questo stato di cose destabilizza la serenità di ogni individuo e delle rispettive famiglie, fa vivere male il presente e non permette di programmare il futuro, soprattutto per i nostri giovani, costretti a lasciare la terra natìa.
Sono fermamente convinto che il Comune debba essere elemento di coordinamento e di riferimento dei soggetti pubblici e privati, promotore della crescita economica, soggetto attivo al fine di sciogliere i nodi strutturali dello sviluppo locale e territoriale.
Anche l’ingresso in Parlamento, nel febbraio 2013, del nostro primo cittadino, come Deputato della Repubblica Italiana, ha alimentato ancor di più le speranze di noi tutti.
In questi cinque anni sono state portate a termine numerose opere pubbliche; alcune finanziate dalla precedente Amministrazione e realizzate dall’attuale, che, se ben gestite, potranno essere di fondamentale e vitale importanza per lo sviluppo ed il progresso della nostra Comunità.
Con il mio impegno e con la mia dedizione di Consigliere Comunale, ho cercato di arricchire lo sviluppo sociale, culturale ed economico di questo Paese, sempre in buona fede, onestà e senso di responsabilità.
Il mio rammarico personale è quello di aver parlato diverse volte di Piano Regolatore; nonostante diverse interrogazioni, sia da Capogruppo di maggioranza nel quinquennio 2005/10, che da Capogruppo di minoranza in questi ultimi cinque anni, in questa aula non è mai potuto approdare in via ufficiale e definitiva. Spero che in questa impresa possano riuscirci i Consiglieri che si insedieranno nel giugno prossimo.
Esprimo un vivo ringraziamento a tutti gli Assessori e a tutti i Consiglieri comunali, sia di minoranza che di maggioranza, sempre presenti ed attivi nella vita amministrativa.
Ringrazio il personale dipendente, sempre disponibile, professionale e motivato che ha svolto un importantissimo ruolo per l’intero Consesso Comunale.
Un saluto ai colleghi che come me non si candidano, ma anche a chi si accinge a candidarsi.
Mi auguro che il prossimo Consiglio Comunale sia migliore del nostro, sia come qualità di uomini sia come presenze, con l’augurio sincero, a chi subentrerà prossimamente alla guida del Comune, di compiere serenamente e con tante soddisfazioni il nuovo percorso che il mandato ricevuto consegna loro, tenendo sempre alto il livello della produzione di eventi culturali, espressione del valore di una comunità.
Spetta adesso alla popolazione, sempre così attenta e sensibile, scegliere con piena responsabilità i propri nuovi amministratori, perche’ il vero Sovrano della Democrazia è il Popolo.
Dunque, rinnovo gli auguri ed un ringraziamento a tutti coloro, con i quali ho convissuto le gioie e le preoccupazioni in questa bella esperienza amministrativa, che per me è durata un decennio, faticosa ma circondata da tanta autentica umanità. Grazie a tutti di vero cuore, Cittadini, On.le Sindaco, Assessori, Consiglieri e Dipendenti.
Cordialmente,

Pietro Musotto
Capogruppo Alleanza per Pollina

CONDIVIDI