CecalSrl

Spiace constatare che un atto importante quale quello di rinegoziazione dei mutui, lanciato dalla Cassa Depositi e Prestiti e dal Consiglio dei Ministri per andare incontro ai Comuni, ieri sera non è stato approvato dal Consiglio Comunale. Le opposizioni, come loro si identificano, hanno perso l’ennesima occasione di agire per il bene della nostra comunità.

Ma non solo questo ieri sera.

I gruppi di opposizione, parlando soltanto in occasione della dichiarazione di voto, hanno calpestato le normali procedure istituzionali, infatti, in modo maldestro hanno voluto impedire il confronto con l’Amministrazione Comunale.

Il capogruppo Fiasconaro ha artatamente evidenziato soltanto che l’allungamento del mutuo da 20 anni a 29,5 porta maggiori interessi per la collettività, ma ha dimenticato di evidenziare che ciò avrebbe alleggerito il Bilancio attuale e quello dei prossimi anni. Cosa che in un momento di grave crisi certamente non guastava. Aggiungo che se non avessero voluto pagare interessi sarebbe bastato all’epoca non farlo ed utilizzare l’avanzo di amministrazione di cui il Comune disponeva.

Va da sé che un allungamento del mutuo porta maggiori interessi da pagare, ma con una rata inferiore, ma nella delibera vi erano altre 5 opzioni, tra cui quella di lasciare la scadenza del mutuo inalterata ottenendo ugualmente un risparmio considerato che il tasso attuale è sceso dal 4,15% al 4,12%, ma nella foga di dover fare opposizione a tutti i costi, non sono state nemmeno prese in considerazione.

Ritenendo quanto accaduto lesivo degli interessi della nostra comunità, non possiamo fare altro che rammaricarci per questo atteggiamento incomprensibile e ripresentare la proposta lasciando invariata la scadenza, ma con una uguale riduzione degli interessi pagati sul mutuo.
Il Sindaco di   Castelbuono

 Dr. Antonio TUMMINELLO (nella foto)

CONDIVIDI