CecalSrl

L’ organizzazione del DiVino Festival, dopo aver già comunicato nomi del calibro di Massimo Bottura,Clara Mennella e Anna Moroni , comunica altri tre vincitori del Premio Gusto DiVino dell’edizione 2015.
Si tratta di Andrea Farinetti (a destra nella foto), enologo e figlio più giovane di Oscar, che ha acquistato cinque anni fa le Cantine Giacomo Borgogno, che sono davvero storiche: hanno tre secoli di vita, in quanto alcuni documenti attestano la loro esistenza già dal XVIII secolo e sono quindi più anziane del loro prodotto di eccellenza, il Barolo. Andrea Farinetti è destinato a seguire le orme del padre e a curare l’impero vinicolo di famiglia.
Il grande Barolo della tradizione, dal 1761: il vino servito alla cena di gala per l’Unità d’Italia, con Garibaldi e Vittorio Emanuale II, e quello che dal 2010 produce Andrea Farinetti, che alla elegante classicità della storica cantina piemontese, di rinomanza mondiale, ha aggiunto innovazione e stile. Grandissimi rossi, capaci di evoluzioni straordinarie e lungo invecchiamento, ricavati dal prestigioso terroir di Cannubi, vero e proprio cuore del distretto del Barolo. Da Bartolomeo Borgogno ad Andrea Farinetti, 250 anni di storia
Massimo Maccianti, direttore commerciale di Vino & Design, impegnato nella scoperta di interessanti aziende vinicole internazionali. Le aziende sotto la sua supervisione commerciale sono proveniente da Francia, Austria, Sud Africa, Stati Uniti, Nuova Zelanda, Cile, senza tralasciare naturalmente le eccellenze nazionali italiane.
Sarà anche insignito del premio Salvo Gurrieri, che gestisce le Trazzere del Gusto, società impegnata nella commercializzazione e nella promozione di prodotti d’eccellenza siciliani. Una delle iniziative più importanti della società sono state le selezioni provinciali, che hanno permesso di costruire una rete di risto-pizzerie in cui verrà proposto il menu “Sicilia in Pizza: la Vastedda della Valle del Belice Dop sposa la pizza”. Trazzere del gusto è una casa di distribuzione che vanta nel portfolio prodotti del territorio di nicchia locali siciliani

CONDIVIDI