CecalSrl

L’opportunità dello sviluppo del Porto di Termini resta una delle priorità programmatiche del Gruppo Consiliare Pd, ribadisce il Capogruppo Carmelo Sacco.
Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale abbiamo proposto la rimodulazione dei punti operativi a fronte dei nuovi incontri avuti col Presidente dell’ Autorità Portuale di Palermo e Termini Imerese, l’Autorità Marittima ed esperti del settore;
in questo senso presenteremo la nuova mozione aggiornata ed aperta al contributo di tutti i Gruppi Consiliari di maggioranza e opposizione.
Essenziali, a nostro avviso, sono le questioni riguardanti :
1) operazioni di dragaggio che permetterebbero di portare la capacità di pescaggio dagli attuali 7 metri circa ad almeno 10 metri;
2) la costruzione , come prevede il PRP , di un molo di circa 100 metri tra la banchina Sebastiano Veniero e l’area trapeizoidale col duplice scopo da un lato di attenuare le forti correnti di scirocco, e dall’altro di creare ancora più spazio acqueo alla diportistica;
3) realizzazione di una vera e propria stazione marittima che permetta servizi basilari ai viaggiatori e agli operatori marittimi;
4) reintroduzione del servizio rimorchiatori sospeso ormai dal 2013 indispensabili alle operazioni in sicurezza delle navi.
Capogruppo Pd Termini Imerese
Carmelo Sacco

CONDIVIDI