CecalSrl

“La viabilità non si ripristina né con gli slogan, né con le polemiche. Si può litigare su tutto e ognuno, bontà sua, può decidere di cercare la ribalta mediatica sfruttando un momento drammaticamente difficile per la Sicilia e per i siciliani. Ma se veramente vogliamo lanciare un segnale forte bisogna fare fronte unico e far arrivare a Roma una sola voce”. È quanto afferma Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato del Pd, sulla questione del viadotto crollato a Scillato ormai più di due mesi fa. Ieri il deputato ha incontrato il ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio, al quale nelle scorse settimane ha presentato anche una risoluzione di cui è prima firmataria e che sarà discussa a partirà dal prossimo 24 giugno davanti alle commissioni congiunte Ambiente e trasporti. “A quasi 70 giorni dal crollo – prosegue Magda Culotta – assistiamo a un continuo scaricabarile e a un inutile scontro tra forze politiche in cui ciascuno cerca solo visibilità o consenso, infischiandone dei problemi reali della gente. La Regione, come leggiamo continuamente sulla stampa e come mi ha confermato il ministro Delrio, ha le sue responsabilità nei ritardi avendo presentato la richiesta di stato di emergenza solo dopo un mese. Ma continuare a litigare e a rimpallarsi colpe o accuse non è certamente il modo migliore per risolvere il problema”. “Adesso – conclude Magda Culotta – bisogna mettere da parte le nostre appartenenze politiche ricordandoci che siamo innanzi tutto siciliani e che dobbiamo lavorare insieme per il bene della Sicilia. Ognuno è chiamato a fare la propria parte e a dare il proprio contributo. Non per dimostrare che è più bravo o migliore degli altri, ma solo perché ha a cuore la soluzione del problema”.

CONDIVIDI