CecalSrl

L’Amministrazione comunale di Polizzi Generosa, ha voluto organizzare in collaborazione on le lega coop provinciale di Palermo, una nuova iniziativa  per mettere in evidenza la cooperativa di comunità, quindi strumento di lavoro e sviluppo per il bene comune, sopratutto per coloro che vogliono intraprendere una attività nell’ambito giovanile e non. Quindi un progetto da condividere nella valorizzazione del territorio con l’obiettivo  di mantenere vivo  un sistema cooperativo nelle comunità locali. Presenti a tale scopo gli Assessori comunali Lipani e Silvestri ed il presidente del consiglio Pantina che hanno fatto da apripista al presidente della cooperative provinciale Parrino. Il consiglio comunale attraverso gli assessorati di competenza delle attività produttive sarà presente  e attenta alle novità che saranno intraprese  in ambito regionale su tale mandato e, cercherà di portare avanti dei progetti anche in ambito agricolo su aspetti che possono interessare il territorio locale, facendosi promotore  di azioni e pareri in ambito locale se verrà data l’occasione di sfruttare tale imprenditoria giovanile portando avanti progetti di qualsiasi genere. Aspetto importante sottolineato in questi giorni dalla stampa, quello dell’assessore Caleca che ha fatto presente, (così’ come l’ha fatto quando è stato proprio a Polizzi in un convegno dello scorso mese), come la multinazionale Ferrero intende scommettere sulle nocciole siciliane, e da qui ha chiesto alla Regione di individuare 5000 ettari di terreno dove impiantare tale coltivazioni.

Polizzi terra importante dei noccioleti in tempi passati, potrebbe essere un viatico nuovo per intraprendere  l’iniziativa di comunità cooperativa e dove la ricerca di nuovi stimoli per i giovani in un periodo magro di idee e di fatti  potrebbe spingere ad avvicinare i giovani alla terra. Certo l’aiuto dei genitori in un contesto sociale precario , potrebbe essere di aiuto per i figli che non hanno esperienza in materia a coltivare terra e campi. Negli ultimi anni la terra  ha avvicinato tanti ragazzi ad una attività che in Sicilia ha visto incrementare notevole il lavoro nel settore agricolo e dove la Regione e lo Stato ha fatto la sua parte con incentivi e contributi che certamente ed onestamente non sono mancati.

Il presidente Parrino ha fatto presente come  la funzionalità delle cooperative di comunità nei paesi madoniti possa dare possibilità di sviluppo per i cittadini che,  mettendosi assieme per uno scopo comune qualunque esso sia, possa portare avanti una utilità economica e imprenditoriale oltre per se stesso anche per il territorio che vive di tale prodotto agricolo o artigianale che sia. Chiaramente  gli aspetti da valutare sono semplici per chi li espone e dubbiosi per chi deve intraprendere una nuova gestione nei fatti, ma sappiamo bene che il territorio siciliano i limiti lavorativi in genere sono sotto gli occhi di tutti e, portare avanti un nuovo progetto imprenditoriale,o idee di costruire o intraprendere possa essere una lodevole azione per tanti giovani che cercano di vedere un futuro lavorativo più sereno !

Antonio David

La redazione di Forestalinews

CONDIVIDI