CecalSrl

Al Signor Sindaco di Vulcano, Marco Giorgianni,

Sono Paola Graziella Vallelunga e da alcuni articoli web abbiamo appreso che una delle isole piu belle della Sicilia che Lei rappresenta come primo cittadino al momento mette in pericolo la salute dei cittadini e dei turisti.

Come persona ma anche in qualità di Presidente del partito politico Rinnovamento per l Italia che rappresento sono a chiederLe quanto ci sia di vero in tutto questo e se effettivamente le condizioni della spiaggia detta delle ‘acque calde‘ che si trova proprio davanti alla frequentatissima ‘vasca dei fanghi‘,sia cosi pericolosa a causa delle esalazioni tanto da mettere in pericolo la vita dei bagnanti.

Personalmente combattiamo insieme al Segretario Politico Nazionale Francesco Maurizio Mulino e a tutti i nostri coordinatori,tutte quelle situazioni politiche che a causa di eventuali negligenze mettono in pericolo la vita delle persone e sopratutto dei piu indifesi quali bambini e anziani essendo importante tutelarli causa essere esposti con piu facilità a malori per il fatto di avere un sistema immunitario piu debole… Come è possibile che un Sindaco quale “ufficiale di governo” del Comune che rappresenta che deve intervenire con immediatezza per prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità dei cittadini e che dovrebbe garantire la vita dei cittadini che rappresenta abbia peccato e pecchi, se è vero cio che apprendo dai giornali di cotanta negligenza? E’ mai possibile che un Sindaco che dovrebbe avere come priorità la tutela della vita della gente possa peccare di menefreghismo?personalmente non credo e al momento non avendo da parte Sua alcuna risposta attendo che mi possa informare sulla reale situazione di pericolo tramite email al fine di poter capire come stanno realmente le cose e per tale ragione non esprimo al momento alcun rimprovero se non quello che esprimerebbero tutti in medesime circostanze….

Le anticipo per una questione di correttezza che invierò questa nota anche ad alcuni giornali che solitamente ci pubblicano .

Un cordiale saluto, resto in attesa di un suo eventuale riscontro.

Paola Graziella Vallelunga

CONDIVIDI