CecalSrl

Domani sera, 26 giugno, in Piazza del Popolo si esibiranno i MALARAZZA con lo spettacolo “100% TERRONE” con il contributo dei bar: Aspromonte, Centrale, Lombardo.
L’appuntamento rientra nel programma delle celebrazioni in onore dei S.s. Apostoli Pietro e Paolo, patroni del paese, organizzate dal Comune di Petralia Soprana, dall’Arcipretura Parrocchiale e dal Comitato guidato da Aurelia Lo Mauro.
Alle ore 21.00 nella Chiesa Madre la Santa Messa seguita dalla processione con i simulacri minori dei S.s. Pietro e Paolo e fiaccolata. All’arrivo della processione canto tradizionale in onore dei santi patroni ed esecuzione della banda musicale “G. Verdi” di Petralia Soprana

La Piccola Orchestra Malarazza nasce nel 2006 con l’obiettivo di suonare la musica del mondo: dal popolare in lingua originale, al jazz, alla bossa, al pop. I “Malarazza” partecipano a vari eventi televisivi siciliani e alle selezioni del festival di Sanremo 2010. Nel Giugno 2011 l’orchestra “Malarazza” arriva alla semifinale di “Italia’s got talent”, noto programma di Canale 5, con Maria de Filippi-Gerry Scotti e Rudy Zerbi, classificandosi alla sesta posizione nella fase Finale. Il 16 Luglio 2011 vengono candidati per “l’oscar del mediterraneo” 9° edizione per la Musica Folk. Per il gruppo la visibilità acquisita è fondamentale per poter portare avanti il progetto che nel Dicembre 2011 cambia forma con l’abbandono di Alessio Alessandra e Tiberio Greco dalla band, dando spazio così a Pippo Barrile ex “Kunsertu” e Giana Guaiana. Nel 2012 la band partecipa attivamente al progetto “Ecomulo” di Federico Bruno e Mirko Adamo (percussionista della band) usando i loro inediti come colonna sonora del film documentario “ In direzione ostinata e contraria “ risultato del progetto “Ecomulo”. Il 2013 vede l’ingresso in formazione del cantautore palermitano Eugenio Panòrm presentato al grande pubblico siciliano nel programma di Salvo la Rosa “Insieme”. La Piccola Orchestra Malarazza arriva in Russia esibendosi a Perm’ assieme a Lello Analfino, Umberto Tozzi, Los Locos e i Ricchi e Poveri davanti circa 50.000 persone.

CONDIVIDI