CecalSrl

Una collaborazione attiva quella tra Comuni, Agenzia delle entrate e Guardia di Finanza per rendere più efficace la lotta all’evasione fiscale, e ottenere così una premialità economica per rimpinguare le casse dell’erario.
L’azione sinergica tra gli enti, che opera in tutto il territorio nazionale attraverso la stipula di apposite convenzioni, sarà oggetto di studio e approfondimento martedì 30 giugno, durante un seminario che si svolgerà, a partire dalle 15, nella Sala Convegni della Galleria d’Arte Moderna di Palermo.
La giornata di studi dal titolo “La collaborAzione tra Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza e comuni siciliani nella lotta all’evasione fiscale” organizzata, tra gli altri, da AnciSicilia e Ifel, intende illustrare in maniera efficace e uniforme il processo di partecipazione dei comuni all’accertamento dei tributi statali, unitamente alle varie fasi per migliorarlo e renderlo ancora più efficiente.
Durante il seminario sarà illustrato in che modo l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza condividono le proprie competenze specifiche con i comuni consentendo loro di intercettare e segnalare i comportamenti evasivi più gravi nei vari ambiti in cui operano.
“La partecipazione degli enti locali all’accertamento dei tributi – spiegano Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, rispettivamente presidente e segretario generale dell’AnciSicilia – è stata già oggetto di un protocollo d’intesa tra la nostra Associazione, l’Agenzia delle Entrate e l’Assessorato regionale all’Economia stipulato tre anni fa. L’obiettivo è mettere tutti i comuni al centro del dibattito sul contrasto all’evasione fiscale e rendere i sindaci protagonisti dell’affermazione dei principi di legalità ed equità fiscale. Per un’azione di contrasto efficace, il ruolo dei comuni può essere determinante, vista la capacità degli enti locali di monitorare e intercettare le possibili violazioni sul territorio. Siamo convinti che sia necessario rafforzare a tutto campo la collaborazione istituzionale anti-evasione ed è chiaro che questo percorso presupponga grande sinergia tra le autorità coinvolte. Inoltre, tale percorso dovrà essere adeguatamente divulgato sul territorio per diffondere e radicare la cultura della legalità, stimolando i nostri concittadini a comportamenti virtuosi”.
Durante il seminario, oltre ai saluti istituzionali del presidente Leoluca Orlando, parteciperanno, tra gli altri, ai lavori: Antonino Gentile, direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, il generale Ignazio Gibilaro, del Comando Regionale Sicilia-Guardia di Finanza, Luciano Abbonato, assessore al Bilancio del comune di Palermo, Maria Antonietta Lucchese e Stefano Compagno, Agenzia delle Entrate-Direzione Regionale della Sicilia, Pierpaolo Manno, tenente colonnello della Guardia di Finanza e Pierciro Galeone, direttore Ifel.

 

CONDIVIDI