CecalSrl

Gita all’Orto Botanico di Palermo per gli ospiti della Comunità Alloggio Sant’Anna e delle Comunità Natalia, Filippo ed il Carrubo. L’integrazione costituisce un punto di forza per il nostro sistema educativo, i nostri ragazzi attraverso la gita realizzano esperienze di crescita individuale e sociale. L’inclusione è un obiettivo che le nostre comunità alloggio perseguono attraverso una intensa ed articolata progettualità valorizzando le risorse offerte dal territorio, attraverso un fattivo confronto tra metodi e pratiche e rappresenta una meravigliosa opportunità di conoscere persone, condividere momenti, tempi ed emozioni.
Questa volta per raggiungere l’Orto Botanico abbiamo deciso di provare l’emozione del treno, la gita è stata programmata dagli operatori delle Comunità Sant’Anna di Castelbuono, insieme alle Comunità di Campofelice “Natalia” e “Filippo” e di Bagheria Casa il Carrubo, che oramai da anni collaborano per organizzare attività finalizzate a migliorare la qualità di vita dei propri ospiti.
Il gruppo composto da circa trenta persone si è ritrovato presso la stazione ferroviaria di Campofelice di Roccella,  i ragazzi erano eccitati all’idea di prendere il treno, loro riescono a stupirsi con poco, con cose semplici per noi quasi scontate; dovremmo imparare da loro ad apprezzare la semplicità e a non dare nulla per scontato.
Arrivati alla stazione di Palermo il gruppo ha raggiunto a piedi l’Orto Botanico, luogo di scienza, arte e storia che in più di due secoli hanno raggiunto un felice connubio dove i nostri ragazzi hanno potuto godere delle meraviglie della natura. La guida ha incuriosito il gruppo mostrando le piante acquatiche dove spicca il fior di loto, l’area dedicata alle piante carnivore, l’area delle specie appartenenti alle piante utili tra cui la canna da zucchero e la papaia. L’attenzione sulla pianta più grande, il gigantesco esemplare di ficus, il viale delle splendide palme, il boschetto mediterraneo ed il suggestivo palmeto.
Dopo la visita all’orto botanico i ragazzi si sono recati al ristorante, dove hanno pranzato in allegria; anche questa esperienza ha contribuito alla formazione generale della personalità dei nostri ospiti, attraverso una concreta esperienza di gruppo.

Giuseppina Giambelluca
Assistente Sociale Comunità Sant’Anna, Castelbuono

CONDIVIDI