CecalSrl

 

E’ stata l’aula consiliare del Comune di Collesano a ospitare, lunedì scorso, l’assemblea degli 82 soci del Gal Isc Madonie in occasione della presentazione del bilancio 2014 che si è chiuso con un risultato economico positivo pari ad euro +42.117,54. Una gestione caratterizzata dalle attività del PSL Madonie in rete per lo sviluppo del territorio rurale e dal progetto di Cooperazione internazionale sui “Prodotti tipici e Dieta Mediterranea”. I

l Gal isc Madonie attuatore del PSL “Madonie in rete per lo sviluppo del territorio rurale” ricade in un territorio rurale molto vasto che copre un’area di 234.529 ettari sulla quale insistono 132.419 abitanti; i Comuni che ne fanno parte sono 33; di questi, 29 ricadono nella Provincia di Palermo, 2 in Provincia di Enna e 2 in Provincia di Caltanissetta. Essi sono: Alia, Alimena, Aliminusa, Blufi, Bompietro, Caccamo, Caltavuturo, Campofelice di Roccella, Castelbuono, Castellana Sicula, Cefalù, Cerda, Collesano, Gangi, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Lascari, Montemaggiore Belsito, Nicosia, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, Resuttano, Roccapalumba, San Mauro Casteleverde, Sciara, Scillato, Sclafani Bagni, Sperlinga, Valledolmo, Vallelunga Pratameno.

Alla sessione di bilancio erano presenti 42 soci e in quella occasione il Consiglio di Amministrazione ha proposto all’Assemblea di destinare le maggiori somme alla creazione di un fondo rischi su crediti. Un bilancio positivo su tutti i fronti anche grazie alle varie azioni di sostegno alle imprese attuate dal Gal, l’assemblea ha approvato il bilancio ad unanimità uniche astensioni dei Comuni di Collesano e Polizzi Generosa, i sindaci si sono insediati da poche settimane, e le astensioni dei Comuni di Castelbuono e Cefalù.

“Sono state diverse le attività attuate dal G.A.L. I.S.C. MADONIE nell’anno sociale 2014 – dichiara il presidente del Gal Isc Madonie Bartolo Vienna – ed hanno riguardato i progetti di cooperazione transnazionale a valere sulla misura 421 del PSR SICILIA 2007-2013, la partecipazione ad altri strumenti di sviluppo del territorio (GAC, Distretto turistico) nonché l’attività di informazione/animazione sui diversi strumenti tesi a favorire l’imprenditoria del territorio, significativo è stato infine il contributo del GAL all’elaborazione degli strumenti attuativi di programmazione negoziata, relativi alla nuova programmazione 2014-2020, un grazie ai nostri uffici per il lavoro svolto, ai soci e al consiglio di amministrazione per la fiducia”.

In una nota anche il direttore del Gal Isc Madonie Dario Costanzo esprime il suo compiacimento: “Ringrazio i soci che hanno manifestato apprezzamento per il lavoro fatto dallo staff tecnico-amministrativo da me diretto, e che ha ben lavorato per l’attuazione del piano di sviluppo locale e di tutte le altre attività poste in essere nel 2014, il consiglio di amministrazione che ci ha sempre sostenuto e guidato, concedendoci ampia fiducia e ringrazio infine tutti i colleghi e collaboratori che si sono spesi affinché il Gal Isc Madonie potesse esplicare ai massimi livelli il ruolo di promotore e coordinatore delle iniziative di sviluppo del nostro territorio”.

CONDIVIDI