CecalSrl

L’obiettivo del patto tra esattoria, ANCI Sicilia e ASAEL è la creazione di una rete territoriale di postazioni abilitate anche al pagamento, in base alle linee-guida che verranno rese note nei prossimi giorni.

Un passo in avanti verso i contribuenti. Grazie al protocollo d’intesa siglato oggi pomeriggio tra Riscossione Sicilia, Anci Sicilia e Asael verranno aperti nuovi sportelli d’informazione e pagamento dell’Agente della riscossione sul territorio regionale. Le postazioni decentrate saranno attive nei Comuni aderenti al patto, che metteranno a disposizione i locali senza costi aggiuntivi per le amministrazioni.

Il sindaco di Palermo e presidente di Anci Sicilia, Leoluca Orlando, ha commentato: “Questo protocollo d’intesa rende possibile l’innalzamento del livello della qualità dei servizi fiscali nei comuni siciliani che vi aderiranno, con l’obiettivo di andare incontro alle esigenze dei contribuenti. Si tratta sicuramente di un servizio essenziale per i cittadini offerto dagli sportelli periferici per i quali i sindaci potranno intervenire assicurandone le spese di funzionamento. Ulteriori aperture di sportelli periferici potranno realizzarsi grazie alla collaborazione dei Comuni, che metteranno a disposizione anche i locali per l’avvio delle attività nel proprio territorio. Continua in questo modo l’azione di Anci Sicilia collegata alle “buone pratiche, per fornire ai comuni dell’Isola strumenti idonei per individuare nuove strategie di gestione, di servizi e di funzioni”.

Il sindaco di Partinico e vice presidente Anci Sicilia, Salvo Lo Biundo ha dichiarato:

Importante avvio di un percorso che potrà recuperare migliori servizi, anche in riferimento a precedenti presenze sul territorio e a linee-guida che saranno comunicate nei prossimi giorni”.

Presso la sede regionale dell’ANCI Sicilia a Villa Niscemi, il Presidente di Riscossione Sicilia, Antonio Fiumefreddo, il Sindaco Leoluca Orlando, presidente dell’ANCI Sicilia e Matteo Cocchiara, presidente dell’ASAEL, hanno firmato il documento che descrive in dettaglio funzionalità e contenuti del servizio, alla presenza del Consigliere d’amministrazione di Riscossione Sicilia, Eustachio Cilea che ha seguito il lavoro di preparazione dell’intesa e del Presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Palermo, Fabrizio Escheri e del Direttore generale di Riscossione Sicilia, Gaetano Romano.

Per Antonio Fiumefreddo il protocollo getta le basi di una collaborazione a tutto campo tra Comuni ed Ente di riscossione con l’obiettivo di offrire ai cittadini, a costo zero per l’amministrazione, un servizio di informazione sulle tasse da pagare evitando spostamenti e attese agli sportelli. La rete di postazioni presso locali messi a disposizione dai Comuni potrà dare risposte concrete alle crescenti esigenze dei contribuenti di maggiore efficienza del sistema e di trasparenza. Con l’apertura di nuovi punti di ascolto e di contatto con i contribuenti – ha concluso il Presidente di Riscossione Sicilia – sarà possibile acquisire informazioni ed effettuare pagamenti mediante canale telematico”.

Il presidente dell’ASAEL Matteo Cocchiara ha concluso: “La presenza degli uffici esattoriali anche in provincia eviterà ai contribuenti di sobbarcarsi il ‘peso’ delle trasferte per raggiungere le sedi di Riscossione Sicilia. Trasferte che, a volte, hanno costi onerosi e non sempre sono risolutive. L’accordo sottoscritto da Anci, Asael e Riscossione Sicilia è uno strumento messo a disposizione delle amministrazioni comunali per rendere un efficace servizio alle comunità. Contribuire infatti all’apertura di sportelli d’informazione e di servizi operativi per i contribuenti significa venire incontro a legittime aspettative dei cittadini per facilitare gli adempimenti tributari, in un momento di grandi difficoltà per la riscossione dei tributi. L’auspicio adesso è che al protocollo d’intesa aderisca il maggior numero di amministrazioni locali, in modo tale da costituire una rete sempre più capillare sul territorio regionale e raggiungere pure le zone più disagiate”.

Presso le sedi dei Comuni siciliani che aderiranno al protocollo regionale, un consulente di Riscossione Sicilia, nei giorni e orari concordati, potrà svolgere una serie di attività a favore dei cittadini: stampare estratti di ruolo e relate di notifica, accogliere istanze di rateazione, sgravio e rimborso, accettare pagamenti mediante bancomat, postamat e carta di credito. A loro volta, evitando lunghi tragitti e code agli sportelli, i cittadini potranno ottenere informazioni e trattare più celermente le proprie pratiche.

Ufficio stampa – Carla Muliello (339/3256573); Maria Tuzzo (339/1847025); Daniele Ditta (377/4172307)

CONDIVIDI