CecalSrl

TRAPPETO (PA). I carabinieri della Stazione di Balestrate hanno tratto in arresto DI GIUSEPPE Vito, 27enne partinicese, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile di avere asportato due imbarcazioni private.

A seguito di una segnalazione giunta all’Ufficio Circondariale Marittimo della Capitaneria di Porto di Terrasini, circa la presenza di un’imbarcazione sospetta avvistata tra il litorale di Balestrate e quello di Trappeto, l’operatore della Centrale Operativa dei Carabinieri di Partinico diramava subito la nota alle pattuglie, per verificare la veridicità della notizia.

I militari intercettavano l’imbarcazione che era trainata da un altro natante. Dopo un breve pedinamento sulla strada intercomunale che collega il litorale di Balestrate a Trappeto, i Carabinieri sorprendevano il giovane DI GIUSEPPE Vito nel porto di Trappeto mentre stava posizionando l’imbarcazione su un carrello per il trasporto di natanti. Il ladro, ormai visto in trappola, ha ammesso le sue responsabilità pertanto tratto in arresto nella flagranza di reato. Le immediate indagini consentivano di accertare che le due imbarcazioni da diporto, già restituite ai legittimi proprietari, erano state trafugate mentre erano ormeggiate nel porto di Trappeto e Balestrate.

Su disposizione del magistrato, l’arrestato e stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo, conclusasi nella giornata di ieri con la convalida dell’arresto, il G.I.P. disponeva nei confronti del DI GIUSEPPE Vito, la misura cautelare in parcere, pertanto associato presso la casa circondariale “Pagliarelli” di Palermo.

CONDIVIDI