CecalSrl

Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di annunciare la partecipazione all’evento internazionale diffuso sui social network 6PM YOUR LOCAL TIME Europe (#6PMEU) con la presentazione del video, La giostra dell’avvicinamento (rituale per 8 persone e 8 rapaci imbalsamati) diAlessandro Fonte & Shawnette Poe alle ore 18.00 di domani, mercoledì 22 luglio 2015.

6PM YLT è un format concepito da The Link Centre for the Arts of the Information Age (Link Art Center), sviluppato in collaborazione conAbandon Normal Devices (AND) e Gummy Industries: un evento di arte contemporanea che avrà luogo in tutta Europa il 22 luglio 2015, distribuito e connesso in rete con lo stesso #hastag (#6PMEU). Questo evento, curato da Fabio Paris, si svolge simultaneamente in sedi differenti, coordinate dal Castello di Brescia – con una video installazione allestita nella cornice del festival MusicalZOO – e documentato online da un’applicazione web. 6PM YLT coinvolge più di 200 tra artisti, gallerie e istituzioni da tutta l’Europa, dal Portogallo alla Russia, e copre quattro diversi fusi orari. L’obiettivo è di costruire e diffondere un format che chiunque potrà utilizzare, condividendo gli eventi artistici attraverso i social network.

Il duo artistico Fonte&Poe ha svolto una residenza a Castelbuono tra marzo e aprile 2015, nell’ambito del progetto I-Art Residenza d’Artista, a cura di CLAC, in collaborazione con il Comune di Castelbuono e con e il Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo. Dopo aver studiato il patrimonio storico-artistico e culturale di Castelbuono, Fonte&Poe hanno realizzato un performance, la cui documentazione video è entrata a far parte della collezione permanente del Museo Civico di Castelbuono. Il video mostra un’azione che si configura come un rituale laico: su un piedistallo/altare circolare sono disposti otto esemplari imbalsamati di rapaci delle Madonie provenienti dalla collezione del Museo Minà Palumbo. Intorno al piedistallo, a costituire i vertici di un impercettibile ottagono, otto persone del luogo trattengono tra le mani un uovo di ghiaccio per più tempo possibile passandolo in seguito al compagno vicino, tentando al contempo un irrealizzabile contatto visivo con lo sguardo vitreo degli animali.

Biografie degli artisti

Fonte&Poe, lavorano insieme dal 2009 – e contemporaneamente sviluppano progetti artistici individuali, tra Italia e Slovenia, utilizzando media diversi, tra i quali, principalmente l’installazione, la performance e il video (http://fontepoe.tumblr.com/about). I temi ricorrenti della loro ricerca riguardano la posizione dell’identità contemporanea in una realtà instabile, riflettendo sul crollo continuo dei punti di riferimento, investigando la trasformazione del concetto di appartenenza, ed esplorando la mutevolezza della memoria. Oscillando tra dimensione intima e collettiva, nei loro lavori ricercano una comunicazione essenziale capace di ramificarsi con autonomia, svincolarsi dalla sua origine e innescare un dialogo diretto ed emozionale con l’osservatore e con il suo apparato iconografico e culturale di riferimento. Alessandro Fonte (Polistena, Reggio Calabria, Italia, 1984) ha studiato alla Unical di Arcavacata e alla Estav di Barcellona; Shawnette Poe (Varsavia, Polonia, 1980) si è formata alla University of Arts di Brema. I loro lavori sono stati selezionati per mostre e festival in Europa, Africa e America. Nel 2012 realizzano un progetto site-specific per il Chiostro del Bramante a Roma. Nello stesso anno sono tra i 12 artisti invitati a VIVA festival internazionale di performance prodotto dal MAXXI di Roma e curato da Tania Bruguera e Cristiana Perrella. Dal 2013 sono parte del progetto itinerante Videonomad esposto in diverse sedi in Africa tra cui nel 2014 Dak’art OFF durante Dak’Art- 11ème Biennale de l’Art Africain Contemporain. Nel 2014 partecipano a Objects – Memory and addiction, una selezione dei più significanti video artisti contemporanei italiani curata da Giovanni Viceconte al Museo di Architettura e Design di Ljubljana.

Cornice concettuale del progetto 6PM YLT: Oggi, facciamo esperienza dell’arte per lo più attraverso la sua documentazione. Anche se la globalizzazione ha reso più semplice ed economica l’organizzazione di mostre, la spedizione di lavori, la movimentazione di artisti e pubblici in ogni parte del mondo, l’eccesso di attività culturale rende impossibile essere ovunque nello stesso tempo. I bit sono ancora più veloci ed economici degli atomi, e possiamo fruirli con maggiore comodità su dispositivi differenti. Il confine tra esperienza diretta e mediata, tra realtà e documentazione, si fa sempre più confuso. Questo, sullo sfondo di una crisi economica che sta diventando endemica, ci invita a riconsiderare le mostre come principale dispositivo per l’esposizione delle opere, e a fare un’affermazione culturale. Perché spedire lavori quando possiamo utilizzare lo spazio di cui disponiamo, e diventare parte di un evento globale attraverso la documentazione? Perché lavorare su un nodo specifico, quando possiamo fare affidamento su una rete? Pressoché chiunque sia interessato all’arte oggi usa social network come Instagram, Twitter e Facebook per fare fotografe durante le mostre e condividerle con i propri contatti. Queste immagini già contengono dei metadati di cui possiamo servirci per tenerne traccia e raccoglierle: #hashtag, commenti, informazioni di geolocalizzazione, data di pubblicazione. Suggerendo di usare un’unica #hashtag a tutti gli organizzatori e al pubblico, possiamo raccogliere e mostrare tutta questa documentazione su una sola piattaforma web. Il nostro software aggrega automaticamente le immagini e i tweet relativi a un evento 6PM YLT, e le mostra in un’unica galleria. Per maggiori informazioni: www.6pmyourlocaltime.com

Info Museo Civico di Castelbuono:

Orari estivi: dal martedì alla domenica 9.30-13.30/15.30-19.30

Biglietto: intero € 4,00; ridotto € 2,00 (adulti oltre i 65 anni e ragazzi dagli 8 ai 18 anni, scolaresche e gruppi superiori a 12 persone); omaggio per bambini di età non superiore a 7 anni.

Indirizzo: Museo Civico di Castelbuono, Castello dei Ventimiglia, P.zza Castello – Castelbuono (PA), Italia

Telefono: 0921.671211

Sito web: www.museocivico.eu

 

 

CONDIVIDI