CecalSrl

PALERMO: Nell’ultimo week-end, nell’ambito dei controlli disposti in città ed in periferia dal Comando Provinciale di Palermo, i Carabinieri delle due compagnie cittadine, quelle di San Lorenzo e di Piazza Verdi, in distinte operazioni hanno arrestato sei persone a vario titolo.

GRAVAGNA MASSIMILIANOIl primo in ordine : a Palermo, i Carabinieri della Stazione San Filippo Neri hanno arrestato GRAVAGNA Massimiliano, nato palermo classe 1972, ivi residente via Caduti Sul Lavoro, noto alle forze dell’ordine, in esecuzione ordine carcerazione, emesso da Procura della Repubblica presso Tribunale Palermo, dovendo espiare una pena residua di anni 4 e mesi 6 reclusione per “rapina”.

LO CASTO ANTONIOIl secondo, la Stazione Carabinieri Falde arrestavano LO CASTO Antonio, nato palermo classe1968, ivi residente in via Montepellegrino, noto alle forze dell’ordine, in esecuzione ordine carcerazione, emesso dalla Procura della repubblica presso Tribunale Palermo, dovendo espiare pena residua anni 7 reclusione per “truffa e ricettazione”.

VEGNA PAOLOA seguire sempre i Carabinieri della Stazione Falde, arrestavano VEGNA Paolo, nato palermo classe 1977, ivi residente via Cardinale Alessandro Lualdi, noto alle forze dell’ordine, in esecuzione ordine carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso Tribunale Palermo, dovendo espiare pena residua anni 4 e mesi 4 reclusione per “minacce”.

MINEO DIONISIONel quarto intervento, i Carabinieri della Stazione di Brancaccio, hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Palermo – Ufficio Esecuzioni Penali – a carico di: MINEO Dionisio, nato a palermo classe 1990, noto alle forze dell’ordine, in atto sottoposto agli arresti domiciliari; dovendo questi espiare la pena di anni 6 mesi 6 di reclusione per il reato di “rapina”.

STEMMA STEFANOSempre, i Carabinieri della Stazione San Filippo Neri hanno arrestato STEMMA Stefano, nato a palermo classe 1980, ivi residente in via Rossi, noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso Tribunale Palermo, dovendo espiare pena residua anni 2 reclusione per “rapina”.

Tutti i destinatati dei relativi provvedimenti cautelari, sono stati associati presso la locale casa circondariale di “Pagliarelli”, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

DELL'OGLIO SANTOPer ultimo, nel pomeriggio di ieri, la pattuglia della Stazione Carabinieri di Partanna Mondello nel corso di un controllo eseguito nella borgata marinara di Mondello, arrestavano DELL’OGLIO Santo, nato Palermo classe 1975, ivi residente via Seconda Della Chiesa, noto alle forze dell’ordine, per “inosservanza degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale di P.S., con obbligo di soggiorno”, cui si trovava sottoposto.

I militari dell’Arma mentre eseguivano un controllo su strada, in via Gallo, sorprendevano predetto alla guida di una bicicletta con pedalata assistita marca  “Zenith Project”, modificata in ciclomotore elettrico, risultato sprovvisto di patente di guida poiché revocatagli. Pertanto il DELL’OGLIO, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria è stato  sottoposto a regime di arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo, previsto nella mattinata di lunedì 03 c.m.

CONDIVIDI