CecalSrl

Pubblichiamo integralmente l’interrogazione sulla regolamentazione della circolazione di velocipedi (biciclette) del  Consigliere comunale Avv. Giovanni Iuppa

PREMESSO CHE

  • Negli ultimi anni si è registrato un notevole incremento d’utilizzo dei velocipedi siano essi a trazione tradizionale che elettrica;
  • La Città di Cefalù non è dotata di piste ciclabili atte alle circolazione esclusiva delle bicilette;
  • La circolazione dei velocipedi è regolata dall’art. 182 del D.Lgs. n. 285/1992 e successive modificazioni ed integrazioni (Codice della Strada) e dall’art. 377 del D.P.R n. 495/1992 (Regolamento di Attuazione del Codice della Strada).

CONSIDERATO CHE

  • I sopra richiamati D.Lgs. (ed in particolar modo l’art. 377, al comma 6), impone che “Per la circolazione dei velocipedi sulle piste ciclabili, come definite all’articolo 3 del codice, si applicano, ove compatibili, le norme di comportamento relative alla circolazione dei veicoli”.

COSTATATO CHE

  • Nonostante le chiare disposizioni normative del Codice della Strada e del Regolamento Attuativo, nel nostro Comune non vengono fatte rispettare le norme comportamentali dei ciclisti, ed in particolar modo il divieto a percorrere in senso contrario a quello di marcia le vie, nonché il divieto di circolare in gruppi, ostacolando la normale circolazione strale (peraltro già notoriamente caotica nel nostro Comune durante il periodo estivo).

RITENUTO CHE

–      I corpo di Polizia Municipale ha l’obbligo di far rispettare il C.d.S. a tutti gli utenti della strada, compresi i ciclisti;

Tanto premesso, considerato, constatato e ritenuto,

Interroga la S.V. per conoscere:

Se l’Amministrazione intende sollecitare il corpo di Polizia Municipale affinché tali obblighi e divieti vengano fatti rispettare anche ai ciclisti.

Si richiede risposta scritta.

Distinti saluti

                                                                                                         

CONDIVIDI