CecalSrl

cefalu-ntinna2015bDomenico Brocato si è aggiudicata la 233° edizione della ‘Ntinna a Mari.
Il 6 agosto, alle 18.50, al decimo tentativo Brocato è riuscito nella impresa di strappare dal lungo palo (15 metri!) insaponato la bandiera del SS. Salvatore.
Organizzata dalla Associazione ‘Ntinna a Mari, presidente Francesco Serio, tutto si è svolto, secondo tradizione, il 6 agosto, al piccolo molo di Cefalù, gremito di pubblico e bagnanti, senza contare le centinaia di spettatori presenti sulle barche.
Con orgoglio il sindaco Rosario Lapunzina annunzia il riconoscimento ottenuto dalla manifestazione di entrare a far parte del prestigioso registro dei beni immateriali di interesse locale.
Domenico Brocato – “pisellino” – bissa così il successo ottenuto nella edizione 2014, rendendo soprattutto vani i tentativi del pluricampione Antonino Papa.
Agli ordini degli speaker Pino Simplicio e Daniela Guercio collaborati da Maria Rosaria Barranco, Totò Provenza e Peppe Aquia si sono cimentati in 16 concorrenti nella gara: Domenico Brocato, Domenico Cefalù, Roberto Cefalù, Sandro Gugliuzza, Francesco Machì, Pasqualino Marsala, Antonino Papa (1985), Federico Provenza, Giuseppe Provenza, francesco Serio, Giuseppe Testa, Ignazio Alioto, Antonino Papa (1989), Giuseppe Brocato (1974), Roberto Brocato, Giuseppe Brocato (1987).
Curiosità: resta anche quest’anno all’asciutto Giuseppe Provenza che non riesce proprio ad imitare il padre che è riuscitoad ottenere due belle vittorie; Roberto Cefalù è l’atleta più anziano; l’edizione 2015 ha un esordiente: Giuseppe Testa; applausi e commozione: Federico Provenza gareggia con la maglietta Franco Biondo, prematuramente scomparso.

Carlo Antonio Biondo

CONDIVIDI