CecalSrl

cefalu-lapunzina8-2015Quindici giorni di prognosi e dimissione prevista in giornata per la signora R.R. aggredita, stamani, da un cinghiale nelle campagne di Cefalù. Lo rende noto la direzione sanitaria dell’ospedale Giuseppe Giglio di Cefalù.
La donna è arrivata, in pronto soccorso, cosciente, accompagnata da un vicino e sulle proprie gambe. Riportava ferite multiple agli arti inferiori e all’addome. Sottoposta, dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale Giglio, ad esami strumentali, è stata poi trattata e suturata, con l’intervento dei medici di traumatologia.
“La situazione è sotto controllo – ha detto il direttore sanitario Giuseppe Ferrara. Possiamo essere tranquilli sullo stato della paziente che non è mai stata in pericolo di vita”.

Giuseppe Picciolo, capogruppo del Pdr all’Assemblea regionale siciliana.
“La tragedia provocata dall’aggressione di cinghiali nelle campagne di Cefalù è la punta di un iceberg rispetto al fenomeno dei suidi che in un numero spropositato sono stanziati sulle madonie ormai da diversi anni. È tempo di trovare una soluzione immediata prima di
dover piangere ulteriori vittime umane. Ho chiesto, di intesa con l’assessore regionale al Territorio Maurizio Croce, di intervenire presso la IV Commissione Ars affinché si stralci l’articolo 29 della legge sul riordino dei Parchi per consentire l’abbattimento selettivo
dei cinghiali sopratutto nell’area del Parco delle Madonie. Questa norma si potrebbe varare già questa settimana per procedere con la riduzione dei cinghiali già a settembre”.

CONDIVIDI