CecalSrl

Si è svolto  Polizzi Generosa, presso il cinema Cristallo un’importante incontro sull’informazione e  valorizzazione dell’Abies Nebrodensis , considerato un esemplare in via d’estinzione un tempo endemico (malato) delle montagne della catena settentrionale sicula, considerato estinto dal 1900 e riscoperto, nel 1957, nel Vallone Madonna degli Angeli (Polizzi Generosa) sulle Madonie, dove ne sono rimasti circa una trentina di esemplari, sopravvissuti probabilmente grazie all’isolamento e alla minore competitività locale di altre specie più forti, come il faggio. Alla presenza del Sindaco di Polizzi Pino Lo Verde, presenti anche il presidente del parco delle Madonie Pizzuto, il dirigente  Di Trapani, Bonomo e, il dirigente Schicchi dell’UNIPA di Palermo che ha presentato un Documentario e Webdoc  in un progetto A.P.Q.  finanziato dal c.i.p.e. e denominato “Conservazione di Abies nebrodensis e ripristino delle torbiere di Geraci Siculo“.

Presente un pubblico abbastanza interessato a  capire la bellezza che il territorio madonita offre in  un rarità mondiale che in tanti invidiano proprio  perchè l’albero si trova nel territorio madonita a  dove mediante il progetto Life Natura, si vuole  intervenire interventi alla “salvaguardia della  biodiversità e alla protezione del patrimonio  naturale del sistema delle aree protette”.

Per garantire la funzionalità nel tempo delle  opere realizzate ex novo e di quelle risistemate con  la manutenzione straordinaria, sono necessari  alcuni interventi di manutenzione ordinaria. Essi  riguarderanno le lunette per le parti in muratura a secco eventualmente danneggiate, con reintegro degli elementi litoidi opportunamente lavorati. L’intervento di manutenzione garantirà il rispetto delle caratteristiche tipologiche e formali delle lunette esistenti. Al fine di garantire una adeguata e continua protezione contro gli incendi, nonché per favorire le condizioni per l’affermazione della rinnovazione naturale, verrà eseguita la ripulitura selettiva periodica, a carico di specie erbacee e/o cespugliose ritenute invadenti, preservando quelle endemiche e/o rare. Tale intervento verrà eseguito interamente a mano e mediante l’impiego di personale qualificato. Per incrementare la consistenza numerica della popolazione di Abies nebrodensis e per poter realizzare gli interventi di riforestazione, è necessario implementare la produzione vivaistica.

Nel territorio del Parco delle Madonie e, soprattutto nel demanio comunale di Geraci Siculo sono presenti diversi ambienti di torbiera e luoghi umidi, indicati con i termini di “margi” e “triemule”. Essi hanno notevole importanza dal punto di vista ecologico e fitogeografico, in quanto rappresentano in Sicilia autentiche stazioni di rifugio di specie microtermiche (a testimonianza dell’influenza del fenomeno glaciale nell’Isola), alcune delle quali raggiungono sulle Madonie l’estremo limite meridionale del loro areale.

Progetto e recupero interessante che vede coinvolti varie istituzioni, studiosi, comuni e operai che intendono portare avanti un impegno per arricchire e valorizzare un raro esemplare che ha fatto anche un principio naturale di rara bellezza che certamente il territorio madonita non deve far scomparire

Antonio David

La redazione di Forestalinews

CONDIVIDI