CecalSrl

Il Parco delle Madonie è stato il grande protagonista della XIX° settimana enogastronomica italiana del Forte Village Resort di Santa Margherita di Pula (Cagliari).
Straordinario successo per Sandro Cicero, chef del ristorante Il Palazzaccio di Castelbuono.
I sapori ed i profumi della gastronomia siciliana, in particolare delle Madonie, hanno incantato gli ospiti del Forte Village Resort di Santa Margherita di Pula (Ca) durante la XIX° edizione della Settimana Enogastronomica italiana, promossa dall’associazione “I Ristoranti della Tavolozza”.
La manifestazione si è chiusa con numeri record: 14 serate, 6 grandi chef in rappresentanza di 6 importanti regioni; oltre 5.000 presenze, cento degustazioni e 25 grandi sponsor del settore dell’enogastronomia italiana.
Le regioni selezionate per partecipare a questa edizione sono state: Veneto, Piemonte, Liguria, Lazio, Puglia e Sicilia. Ogni regione è stata rappresentata da un rinomato chef, che ha proposto un menù in grado di rappresentarne la diversa tradizione gastronomica del territorio ed esaltarne i colori e i profumi attraverso piatti e preparazioni di grande effetto. Ecco l’elenco completo degli chef partecipanti: Domenico Burato (Veneto), Michele Challier (Piemonte), Federico Lanteri (Liguria), Gianfranco Calidonna (Lazio), Michele Rotondo (Puglia) e Sandro Cicero (Sicilia). A tutti i partecipanti è stato consegnato l’attestato di partecipazione firmato dal famoso chef Executive del Villaggio, Paolo Simioni.
La presenza di rinomati e qualificati chef, che hanno preparato le migliori specialità delle diverse cucine regionali in un contesto di assoluto prestigio, ha permesso ai ristoranti e ai produttori di utilizzare una importante vetrina internazionale.
Un particolare ed indiscutibile successo è stato ottenuto dalla regione Sicilia con la degustazione dei migliori prodotti proposti dall’azienda Fratelli Giaconia. Il numeroso e qualificato pubblico ha apprezzato le migliori eccellenze siciliane, tra cui formaggi, salumi, olio, prodotti da forno e dolci delle Madonie, òe conserve dell’azienda Tudia, magistralmente preparate dallo chef Sandro Cichero ed accompagnate da una importante selezione di pregiati vini della Cantina Patri.
Lo chef opera insieme al collega Giuseppe Migliaccio all’interno del “Palazzaccio”, elegante e rinomato ristorante di Castelbuono, e per tre serate hanno proposto piatti della cucina tradizionale, ma rivisitata in chiave moderna e che è stata molto apprezzata dal pubblico per la sua capacità di coniugare il territorio e la stagionalità dei prodotti . Straordinario il carpaccio marinato alla manna , che ha letteralmente stregato i clienti del ristorante.
La promozione del territorio madonita attraverso i prodotti agroalimentari di qualità e senza mai perdere di vista la loro zona di origine, è stata completata con la distribuzione di materiale pubblicitario e si conclusa con il cous cous festival un omaggio alla festa che ogni anno si tiene a San Vito lo Capo (TP).
“Il successo della manifestazione – spiegano gli organizzatori – conferma che questa è la strada giusta per superare il momento di crisi, che stiamo attraversando, creando circuiti virtuosi, dove si intreccino storia, cultura, arte, buon cibo e artigianato.
“Grazie ad una comunicazione attenta e alla consueta professionalità, – aggiunge il presdidente dell’associazione Ristoranti della Tavolozza, il giornalista Claudio Porchia – la nostra associazione ha proposto ad un pubblico selezionato un percorso lungo la strada delle eccellenze regionali, permettendo ad ogni territorio la presentazione e la degustazione della migliore produzione enogastronomica unitamente alle attrattive culturali e turistiche. Il successo di questa iniziativa, giunta alla XIX° edizione, deriva dalla nostra scelta di coinvolgere esclusivamente le migliori eccellenze. Infatti solo i migliori produttori di olive, olio, vini, miele, formaggi, pane, pasta, conserve, aceto balsamico, erbe aromatiche e dolci, sono stati selezionati per questa rassegna, che punta a valorizzare prodotti di qualità, ma nello stesso tempo invita i turisti venire in Liguria per degustare, apprezzare e acquistare i prodotti direttamente nelle zone di produzione. In tempi di crisi, come quelli che stiamo attraversando, il mercato del turismo enogastronomico va in controtendenza e continua a crescere, il turismo wine & food assume un carattere sempre più internazionale, capace di attrarre ogni anno in Italia un numero sempre maggiore di turisti stranieri. Per questa ragione con la direzione del Forte Village abbiamo già avviato la preparazione della prossima edizione, la ventesima, che si terrà sempre nella prima parte del mese di luglio del prossimo anno e che, proprio per l’importanza dell’anniversario, sarà arricchita da alcune importanti novità.

VEDI LA NOSTRA GALLERIA FOTOGRAFICA CON TUTTE LE FOTO

CONDIVIDI