CecalSrl

“Da febbraio ad oggi l’unico intervento fatto è stata la posa di un telone azzurro sul tetto, poi più niente. Ora il rischio è che le infiltrazioni di acqua possano raggiungere il parquet e creare ancora più danni al Palazzetto dello Sport Marzio Tricoli. Lo ha detto il sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina.

Lo scorso febbraio un vento fortissimo che si è abbattuto sulla cittadina normanna ha sollevato alcune falde della copertura del tetto spiovente del Palazzetto. Da quel giorno ad oggi, l’unica cosa fatta è stata la posa sul tetto di un telone azzurro. Ma questo non ha impedito le infiltrazioni di acqua. Le ultime, proprio la settimana scorsa, durante i violenti nubifragi che si sono abbattuti su tutta l’Isola.
“Piove all’interno del Palazzetto – ha detto il primo cittadino di Cefalù – ormai da sei mesi. La Provincia, ora Città metropolitana di Palermo, non ha effettuato un solo intervento. E intanto il problema permane, anzi si complica ogni giorno che passa sempre di più”.
L’acqua, infatti, ha già invaso alcuni locali. Ma il rischio, ormai davvero concreto, è che possa raggiungere il parquet, compromettendolo per sempre. Una situazione simile a quella già avvenuta a Palermo. Il Palazzetto palermitano, infatti, è ormai inutilizzabile. E tutto era cominciato proprio a causa di alcune infiltrazioni dal tetto non riparate in tempo.
“Il nostro Palazzetto, non considerando quello di Palermo ormai inutilizzabile – prosegue Lapunzina – è il primo della Provincia ed è costato diversi milioni di euro. Inammissibile che si lasci perdere una struttura così importante e non si consideri nemmeno l’idea di predisporre dei lavori di sistemazione al tetto adeguati”.
Sono tantissime, tra l’altro, le associazioni sportive di Cefalù che vorrebbero disputare i propri campionati in vari sport, all’interno del Palazzetto. Tra queste, il Real Cefalù, squadra di calcio a 5 appena promossa in serie B. “Il Real è solo un esempio – dice Lapunzina -, ma tutte queste società che non avranno la possibilità di giocare in casa le proprie partite, avranno parecchi disagi e comprometteranno seriamente la loro stagione. Non possiamo consentire ancora un danno d’immagine alla nostra città”.
Il sindaco ha chiesto dunque che il commissario della Provincia, in attesa della nomina dei vertici della nuova Città metropolitana di Palermo (che dovrebbe avvenire tra ottobre e novembre, ndr), prenda degli immediati provvedimenti per la riparazione del tetto del Palazzetto, “prima che tutto sia compromesso”.

 

CONDIVIDI