CecalSrl

 

Come se nulla fosse successo ! Sono passati pure le feste e non si hanno le minime notizie per quanto riguarda gli stipendi degli operai forestali siciliani. Quasi tutti i lavoratori devono percepire i mesi di Maggio, Giugno e Luglio , inclusa l’eventuale rimborso Irpef e gli operai compresi quelli a tempo indeterminato lamentano questa situazione che certamente non  ha portato tranquillità nelle famiglie, visto la situazione attuale delle maggior parte dei siciliani. Quindi siamo passati a tre mesi di credito e, il bello che non si hanno nemmeno notizie di cosa ne sarà e di come saranno reperiti. I Sindacati “giustamente” si sono ritirati in sordina e dati alle gambe e avendo contattato sia l’Azienda Foreste che l’Ispettorato Ripartimentale non si riesce ad avere notizie in merito rimandando risposte ad altri settori e rimbalzando le colpe dei pagamenti anche a settori amministrativi e contabili.

Per non parlare della ripresa lavorativa che in tutta la Sicilia vede attualmente una sospensione generale delle due fasce cioè i 151 e 101 e, in attesa di aggiungersi anche i 78sti. Non scopriamo l’acqua calda dicendo che la Forestale è sempre stata più o meno così, ma la situazione non trova uno sblocco di anno in anno, ma si aggrava e si ingarbuglia sempre di nuove trame, come le soap opere televisive.Quest’anno si è avuto “l’avvento” dell’Art. 12 che ha “completato l’album delle figurine”, si intrecciano i problemi e si infittisce sempre di più la maglia. In alcuni distretti i lavoratori 151 e 101 hanno iniziato a lavorare con progetti finanziati  dalla Comunità Europea e quindi con soldi già disponibili, come i fondi PSR e progetti dello scorso anno, quindi con liquidità immediata per poter pagare i lavoratori, ma ancora i lavoratori non ricevono niente, anzi solo la busta e tutti , da qui si chiedono:  dove sono finiti i soldi ??

Stornati per altre situazioni o altri enti ! Si potrebbe avere qualche dubbio se i soldi dovevano sbloccarsi o in attesa di firma, ma no si può tollerare anche questo ! Non ci sono più situazioni da inventare per come non pagare. Il governo essendo in ferie non è raggiungibile (come i telefonini), i sindacati idem, quindi non rimane la cosa più semplice da fare e che i forestali conoscono bene, ASPETTARE ! Prima o poi pagano dicono in tanti, lo dice chi porta a casa due stipendi, chi vive di rendita, chi vive con l’aiuto dei genitori, chi vive con la pensione familiare. Chi non possiede questi requisiti si spazientisce e non tollera tutta questa situazione. L famiglie sono sull’orlo del precipizio e di giorno in giorno la situazione peggiora e si accavalla con l’arrivo delle bollette e delle spese quotidiane.

A tanti non importa, vedi Crocetta in primis, tutti si godono le ferie e ti dicono di aspettare la Finanziaria di Settembre, quindi non solo non si lavora essendo sospesi a data da destinarsi, ma neanche pagano questi pochi giorni effettuati  nei tre mesi fatti a spezzatino … come sempre ! Un anno di attesa, per lavorare  sei mesi circa (i 151) ed essere legato e bloccato un anno intero, tenuto al guinzaglio, senza poter andare nemmeno in ferie (chi può andare) o prendere un impegno a lungo o corto raggio !

Questa è la telenovelas dei Forestali siciliani, altro che Beautiful !

Antonio David

La redazione di Forestalinews

CONDIVIDI