CecalSrl

E’ accaduto nella serata di ieri, verso le ore 22:00 circa, quando i Carabinieri della Stazione di Palermo Piazza Marina, nel corso di un servizio antidroga organizzato nel centro cittadino, teso al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti tra i giovani, hanno arrestato Vincenzo Vullo nato a Palermo nel 1992, volto noto alle forze dell’ordine. Il giovane pusher, fermato in via Porta di Castro, angolo piazza Ballarò, a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di “Hashish e Marjuana ” già suddivise in dosi.
I militari giunti in Piazza Ballarò, luogo abitualmente frequentato da spacciatori, vedette ed acquirenti, hanno organizzato un servizio di osservazione. Dopo pochi minuti, i militari avevano modo di notare due giovani, di cui uno alto circa un metro e settantacinque capelli scuri / corti, corporatura robusta, carnagione chiara, con indosso una maglietta bianca e un pantaloncino nero con scritta sul posteriore e scarpe da ginnastica, identificato in Vincenzo Vullo , ed un altro giovane non identificato poiché datosi alla repentina fuga tra i vicoli stretti dei quartiere Ballarò.
Vullo veniva osservato mentre si muoveva con fare sospetto tra la folla di piazza Ballarò, nel caso di specifico dalla piazza Ballarò in direzione di via Porta di Castro avvicinandosi a una cassetta di birra, dove si chinava e da un buco posto su una parete di un muro prelevava involucri di carta stagnola contenente sostanza stupefacente, per poi cederla a giovani acquirenti, i quali a sua volta consegnavano in cambio denaro, allontanandosi frettolosamente.
Preso atto di ciò e dei ripetuti scambi avvenuti tra  Vincenzo Vullo ed i vari acquirenti, attesa l’impossibilità di generalizzare gli acquirenti, data l’enorme folla che di fatto stanziava in questa piazza Ballarò si decideva di intervenire e di interrompere l’attività illecita di spaccio.
Prontamente si provvedeva a bloccare il Vullo, il quale provava a dileguarsi tra la folla , senza alcun successo. Nell’immediatezza, in possesso al Vullo, che si era calato per prelevare dal buco sul muro dietro la cassetta di birra venivano rinvenute nr.12 stecche hashish avvolte in carta stagnola e per terra un pacchetto di sigari contenente una dose di marjuana pari ad un grammo circa, il tutto sottoposto a sequestro per le successive analisi qualitative.
Si procedeva pertanto all’arresto del Vullo poiché avvenuto nella flagranza di reato, la competente Autorità Giudiziaria, informata, disponeva nei confronti dell’interessato la custodia cautelare presso la camera di sicurezza in Caserma, in attesa di rito direttissimo, conclusosi con la convalida dell’arresto e la sottoposizione alla misura dell’obbligo di dimora.

CONDIVIDI