CecalSrl

Luisa La CollaLa manifestazione InContemporanea Arte Attiva sarà inaugurata a Palermo, giovedì 2 settembre alle 19:00 al Nautoscopio. La kermesse artistica avrà luogo fino al 10 ottobre e coinvolgerà numerosi spazi di cultura della città.
Una manifestazione nata da una “follia” di Luisa La Colla, architetto e consigliere comunale, che vuole lanciare un invito agli artisti del nuovo millennio a esprimersi in modo libero e attivo, in contrapposizione con la scelta di consentire la mostra dell’austriaco Hermann Nitsch, aperta nel luglio scorso a Palermo.
L’idea, infatti, è quella di un nuovo concetto d’arte attraverso cui combattere lo stato d’indifferenza e apatia imperanti e far emergere la ricerca del bello.
La conferenza stampa di presentazione di InContemporanea Arte Attiva si terrà giovedì 2 settembre alle ore 19:00 al Nautoscopio, al Foro Umberto I; la rassegna ha l’obiettivo di “occupare” simbolicamente la città con tutto ciò che oggi è Arte, senza distinzione tra ricchezza e povertà.
Una lunga kermesse, organizzata dal Comitato promotore dell’evento – formato dalla fotografa Angela Scafidi, da Giovanni Purpura, attivista che da anni si batte per la tutela dei beni monumentali cittadini, dal pittore Antonino Gaeta, dall’architetto Antonio La Colla, da Fabio Cinquemani, avvocato e collaboratore di Vittorio Sgarbi quand’era sindaco di Salemi e da Luisa La Colla (foto), insieme all’associazione culturale B&Art Palazzo Resuttano di Beatrice Feo Filangeri – che prenderà vita da giovedì prossimo al 10 ottobre, in diversi spazi e luoghi di cultura della città.
Nella stessa giornata di presentazione Graziano Cecchini (foto), l’artista che nell’ottobre 2007 tinse di rosso l’acqua della Fontana di Trevi, inaugurerà la manifestazione con una delle sue performance, a pochi passi dal Nautoscopio.
A dare, poi, il loro contributo nei giorni successivi, centinaia di artisti internazionali, alcuni dei quali provenienti anche dalla Biennale di Venezia.
A prendere parte all’incontro, oltre ai promotori Luisa La Colla e Fabio Cinquemani, e all’artista Graziano Cecchini, la gallerista di Artetika e direttore artistico del Dock 7 Gigliola Beniamino Magistrelli, la presidente dell’associazione B&Art Beatrice Feo Filangeri. Prevista anche la presenza del presidente e del segretario generale dell’Autorità portuale Vincenzo Cannatella e Renato Coroneo.
Tra gli invitati, il ministro ai Beni Culturali, Dario Franceschini, l’assessore regionale alla Cultura, Antonio Purpura, la presidente di Confcommercio, Patrizia Di Dio, il presidente dell’Ordine degli architetti, Franco Miceli, e il sottosegretario alla Cultura, Davide Faraone.
A prendervi parte anche i proprietari e i direttori dei luoghi coinvolti nell’evento, che si svolgerà tra Villa Lampedusa, lo spazio W3, le Officine dei Colli, i Palazzi Resuttano e Costantino, di Grifone Arte e di architettura del porto di Palermo, la Libreria del Mare, la Galleria Incontri in Arte, la Galleria Veniero Project, la Rinascente e Dock 7.
Nel corso della conferenza stampa saranno esposti anche quadri, fotografie e sculture di alcuni degli artisti che prenderanno parte alla manifestazione.
Un ringraziamento speciale gli organizzatori lo rivolgono ad Antonio Leto, artista di danza Butō che ha dato un contributo attivo nella realizzazione dell’iniziativa, alla conduttrice televisiva Giusy Randazzo, alla storica dell’arte Roberta Rizzo, a Villa Lampedusa e alla Guardia marina nazionale che metterà a disposizione i propri spazi espositivi in prossimità del mare.

 

CONDIVIDI