CecalSrl

Il Sindaco di Isnello rende nota sua lettera inviata al governatore Crocetta il 7 aprile 2015

All’On. Rosario Crocetta Presidente della Regione Siciliana
Onorevole Presidente, già in data 24 aprile 2013, con nota protocollo n. 2386 (inviata raccomandata AR), La portavo a conoscenza dell’importante opera che sta per realizzarsi nel Comune di Isnello, un Centro per la ricerca, la divulgazione e la didattica delle scienze astronomiche (Parco Astronomico delle Madonie) che muove le attenzioni della comunità scientifica astronomica nazionale e internazionale.
Nella stessa Le chiedevo un incontro per rappresentare più puntualmente il progetto.
In riferimento alla suddetta richiesta non ho avuto alcun riscontro.
In data 6 novembre del 2014, in apposito tavolo tecnico presso codesta Presidenza, si
definivano le possibili forme della eventuale partecipazione della Regione Siciliana alla gestione del Parco Astronomico. Tali risultanze, per come mi è stato comunicato dalla Segreteria Generale (dott.ssa Maria Mezzapelle, presente al tavolo) venivano poi trasmesse al Governo Regionale.
A seguito di mie ripetute richieste di incontro per definire in legge di Bilancio Regionale le
modalità di intervento della Regionale Siciliana, mi veniva fissato un primo appuntamento per la data del 5 febbraio c.a., poi rinviato al 12 e poi al 19 dello stesso mese, poi ancora, rinviato alla data del 12 marzo, poi rinviato ancora a data da destinarsi.
Mi risulta anche che in data 18 gennaio del c.a. con apposita nota, il Presidente dell’Istituto
Nazionale di Astrofisica (INAF), Prof. Giovanni Bignami, cioè il “numero uno” dell’Astronomia
italiana, Le ha richiesto apposito incontro, manifestando nella stessa, tutto l’interesse che ha
l’INAF al riguardo (INAF intende portare significativi investimenti materiali e di persone in questo progetto che unisce la astronomia professionale a quella amatoriale e alla divulgazione scientifica), richiesta a tutt’oggi priva di “educato” cenno di riscontro.
E’ con delusione e amarezza che Le scrivo questa mia (eppure nell’agosto dello scorso
anno, in occasione di una Sua visita a Isnello, aveva manifestato in pubblico incontro tutta la sua attenzione al Parco Astronomico e l’impegno a intervenire per avviare un’opera che è di eccellenza per la Regione Siciliana: certo, da un lato tagli e riforme ma anche, su due, tre cose di eccellenza e di forte innovazione, ritengo, bisogna pure puntare, altrimenti non serve un Governatore ma un Liquidatore per questa Regione) e, considerato che la definizione delle forme di gestione e delle garanzie finanziarie richiedono tempi oltremodo brevi, sennò la comunità scientifica astronomica nazionale e internazionale ci saluta, ritenendo, a ragione, che la Regione Siciliana è inaffidabile per un ragionamento che riguarda la ricerca scientifica di altissimo livello (non è stato facile creare attorno al Parco Astronomico una rete di interlocuzioni e muovere concreti interessi espressi nelle validazioni che il Parco ha già avuto: è un lavoro faticosissimo di anni di cui si è fatta carico l’amministrazione da me diretta ed Ella, viste le Sue esperienze di amministrazione di un Ente locale, può facilmente rendersi conto), ritengo che, a meno che il tutto si possa definire in “zona cesarini”, non può non prendersi atto del disinteresse all’argomento da parte della Regione Siciliana.
Per le considerazioni di cui sopra, non tornerò ad elemosinare ulteriore incontro: a tutto c’è
un limite e la mia dignità di uomo, di cittadino e di amministratore non me lo consente.
Starà a Lei, se vorrà, valutare le mie considerazioni, franche e, ripeto, amare.
Consapevole dei rapporti tra Istituzioni, al di là di ogni contrasto, Le invio distinti saluti.

IL SINDACO
Dott. Giuseppe Mogavero

CONDIVIDI