CecalSrl

Una delegazione madonita sarà presente nei prossimi giorni ad Expo per il programma “Coltivare la Cultura”. Si tratta di eventi culturali promossi dall’Istituto Italiano Fernando Santi ad Expo Milano 2015, che ha visto nei mesi scorsi la realizzazione di cinque eventi, tra convegni, seminari e giornate culturali dedicate alla cooperazione con Paesi stranieri, quali America del Sud, Africa e Asia. Giunto quasi al giro di boa di questa importante iniziativa, il calendario di “Coltivare la Cultura” offrirà ai visitatori della Cascina Triulza ancora otto appuntamenti di prestigio, sette dei quali concentrati a settembre per un mese ricco di iniziative promosse dall’Istituto Italiano Fernando Santi e dai suoi partner sotto il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, sotto il patronato e con il contributo della Regione Lombardia.

Da mercoledì 23 settembre, infatti, una delegazione dell’Istituto – guidata dal presidente, Luciano Luciani, dal vice presidente, Marco Luciani, e dalla coordinatrice nazionale, Marisa Lo Verde – si troverà a Milano per avviare questo intenso palinsesto di eventi che, già nella mattina del 23 settembre, dalle 10 alle 14, presso il 1° piano della Cascina Triulza, prevede un dibattito incentrato sul tema della “Ricerca alimentare” nel contesto della cooperazione internazionale e di alcuni progetti di ricerca e innovazione di respiro mondiale nel quadro del programma “Horizon 2020”; nel pomeriggio le attività proseguiranno con un convegno intitolato “Agricoltura sociale, legami con le migrazioni e lo sviluppo sostenibile”, nel corso del quale saranno presentati i risultati del progetto SOFIIA 3 – Lotto Sicilia, cofinanziato dal Ministero dell’Interno e dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Prenderanno parte agli eventi il Prof. Francesco Maria Raimondo, Direttore dell’Orto Botanico dell’Università di Palermo e Assessore al Verde del Comune di Palermo e la Prof.ssa Francesca Di Gaudio, Responsabile del CRQ Centro Regionale Qualità Laboratori Università degli Studi di Palermo.

Verrà inoltre presentato il nuovo FONDO FAMI – Fondo Asilo Migrazioni e Integrazione, che nella nuova programmazione europea 2014-2020 sostituisce e ingloba il Fondo FEI.

Il giorno seguente, dalle 10 alle 14, sarà la volta di altri due importanti eventi, dedicati rispettivamente alle “professioni verdi” e alla sicurezza alimentare, tema di stretta attualità che interessa sempre più le tavole italiane con in programma il seminario “Nuove Professioni dell’Agroalimentare e del Biologico”, cui seguirà, dalle 14 alle 18, il dibattito “Sicurezza alimentare e lotta alla contraffazione”, evento che gode dell’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo. Questi eventi si svolgeranno al termine della “settimana della Regione Emilia Romagna” ad Expo Milano 2015 (19 – 24 settembre 2015) e si riallacceranno, altresì, ai temi del “World Food Research and Innovation”, forum dedicato alla sicurezza alimentare, inaugurato il 29 giugno 2015 e promosso dalla Regione Emilia Romagna, dal consorzio regionale per la ricerca industriale Aster e dai ministeri dell’Agricoltura e dello Sviluppo economico.

Le attività culturali riprenderanno, poi, sabato 26 settembre con il dibattito “Gastronomia siciliana e dieta mediterranea: culinaria regionale e benefici per la salute” (dalle 10.30 alle 13.30, sempre presso gli spazi della Cascina Triulza), al quale parteciperanno l’Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia (IRVO) e la SISTE “Società italiana di scienze applicate alle piante officinali e ai prodotti per la salute”. Nel pomeriggio seguirà (dalle 14 alle 18), il seminario intitolato “Il Vino nella dieta mediterranea: impatti sulla salute ed eliminazione dei solfiti dalla produzione del vino”. Al termine del seminario, le attività si sposteranno al Cluster BioMediterraneo dove sarà ripreso il tema della gastronomia siciliana, già sviluppato nella mattina, contestualmente alla degustazione di prodotti tipici siciliani. Tra gli ospiti che contribuiranno alla realizzazione degli eventi succitati si annoverano, in ordine sparso, rappresentanze della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari (SSICA) di Parma e Angri, dell’IRVO – Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia, dell’OICS – Osservatorio Interregionale Cooperazione e Sviluppo, dell’Orto Botanico dell’Università di Palermo, dell’APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, del Centro Studi e Ricerche IDOS, dell’ALPAA Associazione Lavoratori Produttori Agroalimentari Ambientali, della CIA Confederazione Italiana Agricoltori, dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, dell’Istituto Italiano Fernando Santi Sede Regionale Emilia Romagna, dell’Assessorato Protezione civile, Legalità, Giovani e Servizi Demografici del Comune di Bologna. Il palinsesto di eventi di settembre si concluderà martedì 29 con l’ultima delle giornate culturali dell’Istituto, dedicata alla “Cooperazione tra Italia e America Centrale”, durante la quale, alla presenza di rappresentanze diplomatiche, saranno attenzionati e discussi per tutta a giornata (ore 10–18, Cascina Triulza) i temi dell’ambiente, del suolo e sottosuolo, nonché dell’alimentazione.

A quest’ultimo evento farà seguito l’importante impegno dell’Istituto Italiano Fernando Santi alla Cascina Triulza, rappresentato dal convegno conclusivo di “Coltivare la Cultura” intitolato “Quale sviluppo e prospettive per la cooperazione lombarda” previsto per il prossimo 25 ottobre.

Ufficio stampa Istituto Italiano Fernando Santi

CONDIVIDI