CecalSrl

Un grande week end di sport quello appena concluso sulle Madonie. La settima edizione di Ypsicup Castelbuono DH non può che essere considerata un successo di pubblico è partecipanti.

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=VsAVDMgtddE&feature=youtu.be

Tantissimi rider provenienti da tutte le province siciliane e dal nord Italia hanno dovuto vedersela con le rocce e le radici del tracciato madonita. Circa una settantina di partecipanti hanno sfidato il cronometro e il faticoso tracciato della Castelbuono DH. Il clima è stato favorevole per tutto il fine settimana. Solo domenica pomeriggio, durante la run finale della gara, la protagonista è stata la nebbia che ha reso l’evento ancor più affascinante.


Il lungo tracciato della Castelbuono DH, con i quasi 2.8 km di lunghezza, ha infiammato gli atleti ed il pubblico che ha assistito all’evento. Tre giorni, da venerdì a domenica, carichi di adrenalina e di passione per la mountain bike e la natura.

Anche quest’anno i rider della provincia di Ragusa si confermano come i migliori interpreti della Castelbuono DH. A vincere, per la seconda volta, è Davide Camedda (Conca D’Oro Bike Club) che si classifica in prima posizione davanti a Damiano Gurrieri (Kasmene Bike) e davanti al rider comasco Riccardo Di (Team Scout/Nukeproof). Camedda, già vincitore di Ypsicup nel 2013, ha fatto segnare il tempo di 4.23:62. I primi tre assoluti sono stati premiati con il nuovo trofeo disegnato, ideato e realizzato dallo scultore castelbuonese Paolo Badami.


“…questo premio è un semplice simbolo del valore della fatica dell’atleta…”, ha detto Badami, “…ma anche della generosità della natura che ci ospita e ci sorprende sempre, ovunque noi ci troviamo e ovunque noi gareggiamo”.


In categoria DH2 vince invece Andrea Migliorisi (Kasmene Bikes) che si classifica in prima posizione davanti a Salvatore Fleres (Etna MTB) e a Mario Pecoraro (Palermo Gravity Crew).

Tra gli juniores la vittoria va a Giovanni Dicaro (Kasmene Bikes) che è stato autore di un’ottima run di gara che lo ha portato ad occupare il quarto tempo assoluto. Nella categoria femminile vince invece l’atleta bulgara Dzhemile Sinanska (Bicycle BOB Syndicate). A concludere il podio Laura Scorpo (Bicycle BOB Syndicate) e Antonella Accalai.
Buona prestazione anche per gli atleti del Team Madonie MTB Resort. Fabrizio Bonomo si classifica quinto in categoria DH1 e sesto assoluto. Antonio Scialabba è invece 14° di categoria. Tra le ragazze Samira Randazzo è invece quarta, mentre in classe DH2 Rosario Bonomo chiude la gara con il settimo tempo. Giacomo Morana è invece 22° in categoria DH1.

Tra il pubblico anche Giampiero Trizzino (Presidente della Commissione Ambiente e Territorio dell’Assemblea Regionale Siciliana) che poco prima della gara così commentava:

“In Sicilia esistono ancora i dinosauri. Alcuni esemplari sono visibili negli uffici della Regione. Si aggirano tra le scrivanie e sono convinti che valorizzare il territorio significa lasciarlo abbandonato a se stesso oppure aggredirlo con condoni e speculazioni edilizie.

E poi esiste l’uomo evoluto. Esemplare di mammifero sapiente, in grado di sviluppare processi neuronali capaci di generare attività utili per se e per coloro che gli stanno intorno. Esempio del secondo tipo sono un gruppo di ragazzi di Castelbuono che per valorizzare la loro terra si sono inventati una manifestazione ciclistica che attira centinaia di turisti ogni anno. Li ho incontrati qualche tempo fa, mi hanno raccontato di come hanno trasformato una passione (quella per la bici) in una attività che fa indotto e che non aggredisce l’ambiente. Domani e dopodomani fate un salto a Castelbuono, andateli a trovare e poi godevi la bellezza di uno dei borghi più belli della Sicilia. Buon divertimento!”

Il Madonie MTB Resort, organizzatore dell’evento, desidera ringraziare tutti i volontari e gli associati che hanno reso possibile la settima edizione di Ypsicup Castelbuono Downhill, tutti gli autisti del servizio di risalita, i ragazzi del Club Rosanero, Vincenzo Sambataro, Massimo e Giuseppe Scacciaferro, la Forgia del Gusto Cicero, Giuseppe Filippone, Salvatore Baggesi e tutto lo staff del Ristorante Romitaggio, Paolo Badami, Castiglia Bibite, Fattorie Azzolino, Antonio Corradino e l’Azienda Foreste Demaniali, il Comune di Castelbuono, la Tipografia Le Madonie, il Fiore, l’Azienda Agrituristica Bergi, la Ditta Mazzola, Cucco Gomme, Castelbuontà, U Tarantinu e tutti gli altri supporter come: B&B Villa Letizia, B&B Quattru Cannola, Gasoline For Humans, Nanoceramix e Ludovici srl.


Appuntamento adesso per il 17 e 18 ottobre con la finale del campionato europeo di enduro “Bluegrass Enduro Tour International”.

Le foto sono di Roberto Bonomo.
Il video della gara è stato realizzato da SUPER8.

CONDIVIDI