CecalSrl

PetraliaSottana-carabinieri2Intorno alle ore 04.30 di questa notte, i militari della Compagnia di Petralia Sottana hanno tratto in arresto Francesco Paolo Lo Dico, nato a Palermo, 1969, residente a Palermo, per traffico di sostanze stupefacenti ed ancora sottoposto a sequestro circa quattro chilogrammi di marijuana.
Durante un servizio di controllo del territorio svolto sulla strada statale 120, località “Tremonzelli”, in prossimità dell’autostrada per Catania, una pattuglia della Stazione Carabinieri di Petralia Soprana unitamente ad una “Gazzella” del NORM – Aliquota Radiomobile ha intimato l’alt ad un’autovettura Mercedes Classe A con una persona a bordo che alla vista dei Carabinieri, con manovra repentina, si è allontanata velocemente dai luoghi del controllo senza osservare le precise indicazioni di fermarsi. Nell’immediatezza i militari si sono messi all’inseguimento del veicolo, bloccandolo a circa 1 km dal luogo del controllo e precisamente in una strada interpoderale parallela alla bretella che conduce sul raccordo di entrata/uscita dell’autostrada A/19.
I militari dell’Arma, fermata l’autovettura, procedevano all’identificazione della persona che si trovava alla guida, la quale appariva da subito visibilmente nervosa ed insofferente, in considerazione anche delle risposte generiche nonché contraddittorie fornite dal predetto, hanno deciso di approfondire il controllo, procedendo con la perquisizione personale e veicolare.
Durante le operazioni venivano rinvenuti, occultati nel bagagliaio, quattro chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” celati all’interno di una busta di plastica. L’autovettura e la sostanza stupefacente venivano poste sotto sequestro.
La droga rinvenuta, immessa sul mercato, avrebbe potuto fruttare oltre 50.000 euro.
Lo Dico è stato associato presso la Casa Circondariale “Cavallacci” di Termini Imerese a disposizione della Procura della Repubblica di Termini Imerese.

CONDIVIDI