CecalSrl

Sono stati i Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Palermo a scoprire nel tardo pomeriggio di ieri, una piantagione di canapa indica in via Ippolito Nievo, traversa di via Giafar.

Da giorni gli uomini dell’Arma transitando in zona, avevano notato uno strano andirivieni di giovani da via Nievo, strada tra l’altro chiusa al traffico.

Seguendo gli acquirenti, i militari sono arrivati a BUFFA Giovanni palermitano classe 1979, residente in via Ippolito Nievo, che come da lui confermato agli operanti, aveva trasformato un’area attigua allo stabile in una piantagione di cannabis. Il terreno a cui si accedeva tramite un cancello di ferro celava tra la folta vegetazione 39 grossi bidoni in plastica vuoti, di varie dimensioni. Poco distante, il BUFFA aveva trasformato un magazzino, il cui ingresso era stato cosparso di creolina per eludere l’odore inteso dello stupefacente, in un essiccatoio e quale luogo di stoccaggio della marijuana. All’interno del magazzino veniva rinvenuto vario materiale per la coltivazione e la produzione, oltre ad un grosso quantitativo di sostanza stupefacente, composta esclusivamente da singole infiorescenze. In particolare 3 cartoni di grosse dimensioni contenenti oltre 5 chili di marijuana, 2 buste di plastica contenenti oltre 3 chili di marijuana ed altre piante disposte su filari ancora in essiccazione per un peso di circa 2 chili.

Il BUFFA su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, veniva tratto in arresto con l’accusa di coltivazione, produzione e detenzione illecita ai fini di spaccio di Kg. 10.100 di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Accompagnato presso l’abitazione, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa di udienza di convalida.

CONDIVIDI