CecalSrl

“La già disastrosa condizione delle infrastrutture stradali e di collegamento della Sicilia è aggravata dalle ultime frane, smottamenti e alluvioni. Chiediamo che la Commissione Europea valuti la possibilità dell’erogazione del fondo di solidarietà Ue a seguito degli straordinari eventi meteorologici”. È questa la richiesta che l’europarlamentare alcamese Ignazio Corrao rivolge alla Commissione Europea con apposita interrogazione depositata questa mattina a dopo l’ennesima ondata di maltempo che ha colpito la Sicilia provocando ulteriori danni alle infrastrutture dell’isola e alla viabilità.
“Da un’iniziale conta dei danni – scrive Corrao – si riscontrano ulteriori danni alle infrastrutture stradali, di comunicazione, alle abitazioni private, alle imprese, alle scuole, agli ospedali ed edifici pubblici. Ai sensi l’articolo 3, comma 1, lettera a del Reg (EC) 2012/2002, il contributo finanziario del FSUE è calcolato in base ai danni diretti totali provocati da una catastrofe e l’aiuto può essere utilizzato soltanto per operazioni essenziali di emergenza e di recupero e ripristino immediato delle infrastrutture e delle attrezzature nei settori dell’elettricità, delle condutture idriche e fognarie, delle telecomunicazioni, dei trasporti, della sanità e dell’istruzione. Per queste ragioni – interroga l’europarlamentare M5S – la Commissione dovrebbe valutare con urgenza l’intervento del FSUE in Sicilia per il ripristino immediato delle infrastrutture vitali per il territorio ed i suoi cittadini”.

CONDIVIDI