CecalSrl

E’ accaduto nel primo pomeriggio di ieri verso le ore 15,30, a Palermo, quando i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Piazza Verdi, nell’ambito di un mirato servizio antidroga svolto nel centrale quartiere al “Ballaro” area abitualmente frequentata da spacciatori e/o tossicodipendenti, traevano in arresto Domenico Fasone, nato a Legnano nel 1992, residente a Palermo, noto alle forze dell’ordine.
Il presunto pusher dopo essere stato bloccato, a seguito di perquisizione personale, veniva trovato in possesso di grammi 7 di hashish e grammi 4 di marijuana, già suddivisa in dosi, nonché della somma contante di 20,00 euro.
I Carabinieri, osservavano la presenza in via Nunzio Nasi angolo via Ballarò, di Domenico Fasone aggirarsi con fare sospetto. Alle successive 16.10 circa, il pusher veniva avvicinato da un soggetto col quale dialogava brevemente, Fasone faceva cenno al giovane di attenderlo, si guardava intorno, con fare sospetto, si dirigeva con passo spedito fino allo spiazzo antistante il crocevia di via Nunzio Nasi – via Ballarò – via Porta di Castro e dopo essersi guardato nuovamente intorno, si avvicinava a due cassette di plastica di colore verde poggiate una sopra l’altra, alzava quella posta sopra, prelevava dall’interno di quella poggiata a terra un sacchetto di plastica trasparente, dal suo interno prelevava qualcosa, occultava nuovamente il sacchetto dentro la cassetta poggiata a terra, poggiava, sopra a quest’ultima, l’altra cassetta e si allontanava. Pertanto si avvicinava al giovane acquirente al quale cedeva della presumibile sostanza stupefacente in cambio di denari. Subito dopo Domenico Fasone si spostava in via Ballarò nei pressi di via casa Professa, mentre il “presunto acquirente” si allontanava per questa via Nunzio Nasi direzione via Cadorna. Il pusher, alla vista dei Carabinieri si voltava di spalle e faceva cadere a terra qualcosa, bloccandolo nell’immediatezza.
Alla luce di quanto sopra, Fasone veniva accompagnato in Caserma è sottoposto a perquisizione personale, con esito positivo, poiché all’interno della tasca sinistra del jeans, vi era la somma di 20 euro provento dell’attività illecita di spaccio, pertanto, tratto in arresto per i reati di spaccio sostanze stupefacente del tipo “hashish e marijuana”.
Dell’arresto veniva informata la competente Autorità Giudiziaria, che disponeva che FASONE Domenico venisse sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.
La sostanza stupefacente recuperata nel corso delle perquisizioni, è stata sottoposta a sequestro in attesa delle analisi qualitative e quantitative a cura del L.A.S.S. Carabinieri di Palermo.
[241015]

CONDIVIDI