CecalSrl

E’ accaduto nella tarda mattinata di ieri, a Palermo, quando la pattuglia dei motociclisti del Nucleo Radiomobile Carabinieri, verso le ore 10.40, nell’ambito di un delicato controllo del territorio svolto nel quartiere Cruillas, notoriamente frequentato da spacciatori e assuntori di stupefacenti, in Piazza Lampada della Fraternità, procedevamo al controllo di un giovane che vestiva una tuta di felpa di colore blu, il quale era in quel frangente era appoggiato ad un’autovettura.
Poco prima del controllo avevamo modo di osservare che il predetto soggetto si muoveva con fare guardingo e, per tale motivo, provvedevamo a controllarlo e ad identificarlo in Domenico Marcello Antonino Cintura, nato a Palermo 25enne, abitante in via Emerico Luna, disoccupato, noto alle forze dell’ordine.
Sin da subito, anche in considerazione dell’atteggiamento particolarmente nervoso del Domenico Marcello Antonino Cintura, che lasciava presagire l’ipotesi che lo stesso potesse occultare qualcosa di illegale, da una immediata perquisizione personale, nelle tasche laterali della tuta, occultava ben due involucri a forma di parallelepipedo interamente ricoperti di nastro adesivo per pacchi, di colore marrone, contenenti verosimilmente sostanza stupefacente del tipo hashish, per un peso complessivo totale di grammi 998,35. I due involucri a loro volta risultavano essere suddivisi in 10 “panetti” contenenti sostanza stupefacente del tipo hashish avvolti da cellophane trasparente.
Inoltre, all’interno del portafoglio, veniva rinvenuta la somma contante di euro 1.195,00 così suddivisa in 20 banconote da euro 50,00; 9 banconote da euro 20,00 e 3 banconote da euro 5,00, ritenuta dagli investigatori sicuro provento illecito attività di spaccio.
A questo punto, il Domenico Marcello Antonino Cintura veniva accompagnato in Caserma per gli adempimenti del caso anche in considerazione del consistente quantitativo di sostanza stupefacente rinvenuta addosso allo stesso e dell’ingente somma di denaro contenuta nel proprio portafoglio.
Tutta la sostanza stupefacente illegalmente rinvenuta sulla persona del Domenico Cintura, nonché la relativa somma di denaro venivano posti sotto sequestro .
La sostanza stupefacente recuperata nel corso dell’operazione verrà inviata al L.A.S.S. (Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti) presso il Comando Provinciale Carabinieri di Palermo, per le relative analisi qualitative.
Domenico Marcello Antonino Cintura, veniva pertanto, dichiarato in stato d’arresto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo hashish.
Dell’avvenuto arresto, la competente Autorità Giudiziaria disponeva di associare Cintura presso l’abitazione di residenza in regime degli arresti domiciliari in attesa del procedimento di convalida presso il GIP del Tribunale di Palermo.

 

CONDIVIDI