CecalSrl

Nella qualità di Sindaco pro-tempore del Comune di Polizzi Generosa mi preme volere informare gli Enti in indirizzo e gli Onorevoli e Senatori indicati delle problematiche che la mia cittadina stà affrontando in seguito al crollo del viadotto Himera.
E’ a Voi tutti noto che l’unica arteria .percorribile da mezzi leggeri e pesanti, che attualmente collega l’autostrada da Scillato alla SS. 120 – Tre Monzelli è la SS.643.
Questa arteria è stata costruita tanti e tanti anni orsono ed era abilitata al collegamento con l’autostrada PA-CT per traffico sicuramente leggero.
Negli anni antecedenti al 2015 detta strada è stata scarsamente manutentata dall’ANAS; basti vedere le condizioni in cui versavano le cunette, piene di terra, i pozzetti di scolo mai pulitile erbe infestanti che coprivano anche le strisce di delimitazione della carreggiata. Prima questa arteria veniva affidata per tratti ai cantonieri che la curavano giornalmente pu_ lendo le cunette, eliminando gli scoscendimenti di terreno offrendo così al cittadino una sede stradale più sicura.
Oggi assistiamo alla presenza di personale ANAS su autoveicoli che controllano visivamente e giornalmente la strada, limitandosi solamente a segnalare e a non intervenire personalmente.
A seguito della chiusura della A19 allo svincolo di Scillato tutti i mezzi pesanti e buona parte di quelli leggeri percorrono giornalmente e a tutte le ore la SS643 ,rendendola quasi impraticabile.
Infatti la sede stradale è quasi per intero dissestata , basti vedere la documentazione fotografica allegata per accorgersi dello stato di pericolo in cui versa l’arteria.
Durante il periodo di piogge , non assolvendo le cunette ed i pozzetti alle loro funzioni, in quanto interrate, sull’intera carreggiata stradale si riversano le acque meteoriche incrementando i danneggiamento causati dai veicoli di grande portata.
Le reti a protezione dei pendii sono intasate di materiale mentre i versanti non protetti scivolano sulla carreggiata.
Inoltre in seguito allo scivolamento di materiale sulla sede stradale dei primi mesi dell’anno l’ANAS è intervenuta con lavori di somma urgenza ma da un sopralluogo effettuato si rileva che lo stato dei luoghi potrebbe ulteriormente manifestarsi con l’avvicinarsi delle piogge invernali.
Un’ultima considerazione debbo fare in merito ai danni causati da questo ingente traffico lungo l’arteria in corrispondenza della traversa interna.
Debbo comunicare che si sono rilevati danneggiamenti nei balconi ( lastre di marmo ed appoggi in ferro) e nei balconi in pietra, nei marciapiedi e reti interrate,nei muretti di delimitazione della carreggiata ed in altre strutture.
Credo, infine, che dalla visione della documentazione fotografica e da un attento sopralluogo, emerge chiaramente quanto da me evidenziato.
Ora ci avviciniamo alla apertura della cosiddetta bretella e la nostra arteria ritornerà ad essere utilizzata dallo stesso traffico leggero.
Giustamente la SS 643 ha assolto al suo compito di collegare in sicurezza la Sicilia Occidentale ed Orientale e quindi è stata totalmente danneggiata.
Non penso che si debba restare per il prosieguo con una arteria che è completamente dissestata e la sua messa in sicurezza presuppone un intervento finanziario non modesto. Con questa mia lettera sollecito un Vostro Autorevole intervento per il finanziamento di una perizia che possa rimettere in sicurezza la percorribilità della SS 643.
Colgo l’occasione per inviarVi cordiali saluti e resto in attesa di cortese ed urgente riscontro.

Il Sindaco
Geom. Giuseppe Lo Verde

CONDIVIDI