CecalSrl

 E’ accaduto nella cittadina normanna proprio il giorno di “Halloween” ad un signore di mezza età che aveva trovato assai conveniente l’acquisto – tramite un famoso portale di compravendita di oggetti nuovi e usati – di due pneumatici nuovi  al prezzo di 120 euro.

Il venditore, come sempre più frequentemente accade nelle compravendite on line, ha richiesto il pagamento della merce tramite una ricarica di una carta “postepay”, pagamento andato a buon fine.

Pochi giorni di attesa e al domicilio del centauro cefaludese che già prefigurava la possibilità di migliori prestazioni sulla sua  motocicletta  con due bei pneumatici  nuovi di zecca, arriva un pacco dalle dimensioni importanti. Al suo interno l’amara, amarissima sorpresa: una enorme zucca, intagliata stile “halloween”, contenente cianfrusaglie di ogni tipo. Delle gomme purtroppo nessuna traccia.

Sulle tracce del truffatore si sono messi subito però gli agenti del Commissariato di Cefalù, guidati da Manfredi Borsellino, che non tardano ad individuare l’autore della truffa: un giovane, F.O., poco più che ventenne, nato a Caltagirone (Ct).

Dalle investigazioni, emergebbe anche che il giovane non sarebbe nuovo a questi “scherzetti”, dato che, in passato è stato segnalato per truffe analoghe consistenti nell’inviare ad ignari acquirenti pacchi voluminosi riempiti, in luogo del prodotto offerto a prezzi vantaggiosi, con bottiglie d’acqua, pietre, barattoli di nutella e, financo, pezzi di cemento.

Per non incorrere in questi “spiacevoli inconvenienti” la Polizia di Stato dà un semplice suggerimento:

la prima regola è quella di ottenere all’atto dell’acquisto quante più informazioni possibili sul venditore privato, possibilmente ricorrendo a contatti telefonici o facendosi inviare una copia di un documento d’identità.

In foto la “zucca” arrivata all’ignaro cittadino cefaludese e le scartoffie che l’“accompagnavano”

CONDIVIDI