CecalSrl

Nell’ambito dell’evento Oggi, cento anni dopo la Grande Guerra, da Scillato una Visita guidata a Messina, Domenica 29 Novembre 2015.

Ore 7,00 Partenza da Scillato (ingresso paese).
Ore 7,30 Partenza area di Servizio Eni di Buonfornello

Ore 9,30 Arrivo e visita guidata al Museo Storico della Fortificazione Permanente dello Stretto di Messina, sito a Forte Cavalli (Larderia) sui Monti Peloritani, Patrimonio siciliano della Grande Guerra, unico per tipologia nel Meridione d’Italia, che documenta la storia delle Fortezze Umbertine e della Difesa dello Stretto di Messina nell’arco temporale 1860–1943. Il Forte “Cavalli”, ex Batteria Monte Gallo, costruito nel 1890, fa parte dell’insieme dei Forti costruiti da Genio Militare dal 1883 al 1914 per ottemperare alla difesa dello Stretto di Messina. L’esposizione museale, inaugurata nel maggio 2003, si è arricchita nel tempo di numerosi reperti donati dal Ministero Difesa, dai Comandi delle FF. AA. dall’Istituto LUCE e da molti collezionisti privati. In relazione al periodo 1915-18, nelle sale del Museo è documentato il coinvolgimento dello Stretto di Messina nella Grande Guerra, con peculiare riferimento all’intervento delle fortificazioni messinesi contro gli attacchi dei sommergibili tedeschi stanziatisi nelle acque dello Stretto di Messina nel 1917-18. Proprio a causa di questi episodi, presso il Forte è conservata la documentazione relativa alla “Dichiarazione dello Stato di Resistenza” nel 1915 e dello “Stato di Guerra” della Fortezza Costiera Messina-Reggio Calabria nel 1917, comprendente il territorio della Provincia di Messina e dell’Area dello Stretto. Preziosa documentazione è inoltre riferita alla presenza di Giacomo Matteotti presso Forte Cavalli dall’ottobre 1917 all’agosto del 1918 da cui, durante la sua permanenza, inviò numerose lettere alla moglie Velia. Nelle sale del Museo sono esposte piante della Difesa Costiera, Manifesti Militari del 1915-18, reperti bellici e munizio-namento, l’elenco dei siluramenti e dei piroscafi affondati nello Stretto tra il 1917 e il 1918, lettere, cartoline inviate dal fronte e l’elenco dei caduti della provincia di Messina nella Grande Guerra.

Ore 12,00 Arrivo al Duomo di Messina per poter ammirare il suo bellissimo campanile con l’orologio astronomico più grande del mondo che entra in azione, con i suoi gruppi statuari animati, alle ore 12,00.

Ore 13,00 Pranzo libero.

Ore 15,00 Visita guidata al Museo Cultura e Musica Popolare dei Peloritani di villaggio Gesso, unico esempio siciliano di impianto museografico dedicato al patrimonio etno-organologico, ovvero agli strumenti musicali e da suono della cultura di tradizione agro-pastorale peloritana.

Ore 17,00 Visita guidata al suggestivo e misterioso giardino mediterraneo di Proserpina, opera ideata da Hidetoshi Nagasawa; un ponte ideale tra le culture d’Oriente e Occidente. Il giardino che si trova a Barcellona Pozzo di Gotto è un opera ambientale (scultura), coi suoi elementi naturali locali (legno,cespugli, piante, pietra, marmo, lava) e il richiamo agli archetipi mitici che ne restituiscono il significato più profondo.

Ore 18,00 Partenza da Barcellona Pozzo di Gotto.

Ore 19,30 Arrivo area di Servizio Eni di Buonfornello.
Ore 20,00 Arrivo a Scillato (ingresso paese).

Note:
La quota di partecipazione è di € 25,00 e comprende il viaggio A/R con pullman Di Bella Turismo e la navetta per raggiungere Forte Cavalli (sono esclusi altri servizi).
Per info e prenotazioni contattare il n. 346.7971076.
Le adesioni devono pervenire entro giovedì 26 novembre 2015.

Giovanni Capizzi

CONDIVIDI