CecalSrl

A Termini Imerese domenica 22 novembre al punto panoramico del Belvedere, sarà allestito uno spazio espositivo dedicato alla presentazione del centro termale in fase di riapertura con personale specializzato, con proiezione di video ed interviste a testimonials qualificati. Spazio anche ad un’estemporanea d’arte sul tema delle acque termali. Una sorta di Expo arte che vedrà protagonisti alcuni allievi del liceo artistico “Gregorio Ugudlena” i quali si cimenteranno a dipingere dal vivo i luoghi delle Terme Distribuzione di materiali informativi sui benefici delle terme, meeting con amministratori locali, esperti e operatori turistici.

L’iniziativa fa parte di un programma di eventi patrocinati dall’Assessorato regionale al Turismo: “Settimana delle Terme di Sicilia, 21 – 28 novembre 2015”.

L’iniziativa è sostenuta da ANCOT (Associazione Nazionale Comuni Termali) e coinvolge le città termali della Sicilia, quali Acireale, Alì Terme, Calatafimi Segesta, Castellammare del Golfo, Geraci Siculo, Lipari,Montevago,Sclafani Bagni,Sciacca, Terme Vigliatore eTermini Imerese, hanno sottoscritto a giugno scorso un protocollo d’intesa per la costituzione di una “Rete delle Città Termali in Sicilia”.

L’iniziativa promozionale di Termini Imerese prende le mosse dall’intervento di riqualificazione e di valorizzazione del Grand Hotel delle Terme in via di completamento. L’intervento,infatti, Rientra nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2015/2017 approvato dall’Amministrazione comunale di Termini Imerese, guidata da Totò Burrafato, che prevede diversi progetti strategici volti al potenziamento turistico del territorio a partire dalla valorizzazione delle Terme.

Infatti, oltre ai lavori di ristrutturazione del Grand Hotel, ancora in corso, e a quelli già ultimati di rifacimento della Serpentina, è prevista la realizzazione del parcheggio termale nonché il recupero dell’edificio Antiche Terme progettato dal Marvuglia. Queste ultime oggi sono un immobile fatiscente, adiacente al Grand Hotel, di appartenenza comunale ed è in itinere l’affidamento dei lavori per la messa in sicurezza e per un restauro conservativo.

“I lavori fortemente voluti da questa amministrazione comunale – ha precisato il sindaco Totò Burrafato – sono finalizzati al recupero del suo prezioso carattere di edificio storico, attraverso interventi di risanamento volti a garantire efficienza funzionale assicurandone, al contempo, la funzione di Centro benessere termale con la creazione di una beauty farm. A ciò va aggiunta la piena valorizzazione delle terme romane con interventi che mirano a rendere quanto più accessibili le strutture archeologiche, scoperte di recente”.

Tra le opere previste nel programma denominato “Parco Termale” non vanno tralasciate quelle relative al collegamento mobile tra il Parco (situato nella parte bassa della Città) ed il Belvedere e le terrazze del Castello che rappresentano il punto panoramico più esposto della parte alta della Città.

Questi interventi infrastrutturali si inseriscono nella strategia promozionale in chiave turistica portata avanti dall’assessore competente Paolo Cecchetti. “L’obiettivo – ha evidenziato Cecchetti- è quello di mettere in campo una rinnovata e moderna offerta termale in grado di mettere in rete le risorse locali rilanciando questo settore di eccellenza così da far rientrare Termini Imerese nel progetto regionale che prefigura una rete termale in grado di raccogliere i centri termali più noti dell’isola”.

Uno specifico meeting “Terme come luoghi di benessere” si terrà nell’ambito della Festa del Mare, giorno 27/novembre alle ore 16 presso la Marina di Termini Imerese. Parteciperanno oltre alle istituzioni regionali e locali operatori turistici ed esperti del settore del benessere.

CONDIVIDI