CecalSrl

SONO 5286 LE AZIONI APPROVATE IN ITALIA PER LA SETTIMA EDIZIONE DELLA SERR, BEN 3 NEL COMUNE MADONITA

Non ha voluto mancare all’appuntamento la cittadina bandiera green del panorama regionale e nazionale, Petralia Sottana, che realizzerà ben 3 azioni, di cui due espressamente rivolte agli studenti della scuola elementare e media inferiore, in collaborazione con l’Ecosportello di Petralia Sottana e l’I.C. Statale Petralia Sottana Geraci Alimena.

La prima azione dal titolo “Ecolife” si rivolge alle classi quarta e quinta elementare dell’I.C. Statale di Petralia Sottana. Mercoledì 25/11/2015 dalle ore 9:00 alle ore 12:30 gli studenti faranno una visita didattica presso “Casadeisalaci” di Calogero D’Alberti. Un particolare sito agricolo nel quale il proprietario ha impiantato un sistema ecologico di riscaldamento mediante la fermentazione del concime organico e degli scarti organici alimentari. Al termine del ciclo di fermentazione della biomassa utilizzata si ottiene del compost di ottima qualità che può essere comodamente riutilizzato per fertilizzare l’orto o il frutteto del villino o della casa di campagna.

La seconda azione dal titolo “La seconda vita della stoffa” si rivolge anch’essa agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado. Giovedì 19/11/2015 e Giovedì 26/11/2015, dalle ore 14:00 alle ore 16:00, si terranno nei locali dell’I.C. Statale di Petralia Sottana dei laboratori didattici. L’azione consiste in un percorso di educazione al riuso-riciclo dei rifiuti tessili.  E’ previsto un momento propedeutico di insegnamento e un laboratorio creativo tenuto da Enza Dolce, abile artigiana tessile, durante il quale viene insegnato agli utenti come creare degli oggetti partendo da materiali di scarto e utilizzando tecniche tradizionali e sperimentali di assemblaggio creativo. Il laboratorio didattico di riuso creativo rivolto ai bambini si svolgerà a scuola e vedrà i più piccoli coinvolti direttamente nella manipolazione di diversi materiali di scarto per creare giochi e oggetti originali.

La terza azione dal titolo “Concorso di idee” è volta a promuovere azioni di sensibilizzazione sulla sostenibilità e sulla corretta gestione dei rifiuti. Il concorso, aperto a tutti senza limiti di età, si articola in due categorie: 1. Proposta di progetti di riciclo e/o riuso creativo di rifiuti (idee innovative volte alla trasformazione e valorizzazione materiale di rifiuti o scarti di lavorazione); 2. Proposta di produzioni audiovisive volte alla sensibilizzazione della popolazione in materia di riciclo, corretto smaltimento dei rifiuti e promozione di buone pratiche ai fini del miglioramento della qualità della vita e salvaguardia dell’ambiente. Domenica 29/11/2015, alle ore 17:00, presso il Teatro Cinema Grifeo di Petralia Sottana verranno presentati gli elaborati e sarà tenuto un dibattito sui temi oggetto del concorso.

 

 

Approfondimento: Nel cuore della SERR

L’Italia ancora al top in Europa per quanto riguarda la prevenzione dei rifiuti. Sono infatti 5.286 le azioni approvate nel nostro Paese per la settima edizione della SERR – Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (European Week for Waste Reduction), che prenderà il via in tutta Europa sabato 21 novembre e si concluderà domenica 29 novembre. L’obiettivo primario della Settimana è il coinvolgimento attivo di cittadini, istituzioni e imprese, e anche in questa edizione è stato pienamente centrato. Analizzando i dati nel dettaglio, nel 2015 è aumentata in modo evidente la partecipazione dei singoli cittadini, e anche le Pubbliche Amministrazioni, già molto attive anche nelle passate edizioni, hanno confermato il loro impegno con sempre più attività che verranno proposte anche all’interno delle scuole.

Va inoltre evidenziato che alla SERR non partecipano solo iniziative “spot”, inaugurate e concluse nell’arco della settimana: accade infatti molto spesso che iniziative strutturate, avviate da mesi o addirittura da anni da importanti soggetti dell’imprenditoria o del mondo delle istituzioni, trovino nella Settimana un’occasione per rendere pubblico (e quindi visibile) il proprio impegno e sviluppare ulteriormente quanto già fatto da tempo. Accade infine che importanti progetti, anche di lungo corso, vengano inaugurati proprio in occasione delle SERR per sfruttare l’effetto amplificatore della campagna europea. Tema di questa edizione è la dematerializzazione, tema che ha riscontrato l’adesione di circa il 98% delle azioni approvate. Fra le tematiche delle azioni approvate, la quasi totalità ha a che vedere con la prevenzione e la riduzione dei rifiuti a monte, in coerenza con la gerarchia europea di gestione rifiuti. Inoltre un’azione su dieci affronta anche la tematica del riutilizzo e una su venti ha a che fare con la raccolta differenziata.

Infine, quest’anno, ben 86 action developer italiani testeranno gli strumenti comunicativi dedicati (Targeted Communication Toolkits) della SERR, implementando 163 azioni con l’aiuto di tali “kit” pensati per specifiche categorie di proponenti. Tali strumenti, prodotti dai partner europei del progetto, contengono linee guida per realizzare specifiche azioni, schede informative dettagliate su come organizzarle e strumenti quali poster, adesivi, volantini e brochure. La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti rappresenta la principale e più ampia campagna di informazione e sensibilizzazione dei cittadini europei circa l’impatto della produzione di rifiuti sull’ambiente. Nata all’interno del Programma LIFE+, si avvale del sostegno della Commissione Europea.

L’edizione 2015 si svolge sotto l’alto patrocinio del Parlamento europeo e con il patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati. La SERR è resa possibile grazie al contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di CONAI e dei sei Consorzi di Filiera: CIAL, COMIECO, COREPLA, COREVE, RICREA e RILEGNO. In Italia la “Settimana” è promossa da un Comitato promotore nazionale composto da CNI Unesco come invitato permanente, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Utilitalia, ANCI, Città Metropolitana di Torino, Città Metropolitana di Roma Capitale, Legambiente, AICA e dai partner tecnici  E.R.I.C.A. Soc. Coop. ed Eco dalle Città.

Per maggiori informazioni visitare il sito www.menorifiuti.org

CONDIVIDI