CecalSrl

Le buone abitudini a tavola s’imparano da piccoli e la scuola deve dare il buon esempio. Con questo motto il Comune di Gangi dice addio alla mensa con prodotti provenienti da chissà quale parte del Mondo e riduce i rifiuti con il kit di stoviglie lavabile.
Da questa settimana nelle mense scolastiche di Gangi sono serviti prodotti a Km zero e di filiera corta, in particolare la salsa prodotta nel Giardino dello Spirito, l’orto sociale messo a disposizione degli alunni delle scuole primarie dall’amministrazione Comunale, un orto-scuola per apprendere gli elementi base dell’orticoltura. L’amministrazione Comunale e il nuovo gestore del servizio di refezione scolastica, hanno concordato l’introduzione di alcuni alimenti come carne e formaggi prodotti nel territorio di Gangi. L’obiettivo: privilegiare il consumo di generi alimentari lavorati direttamente sul territorio o reperiti in base al principio del minor numero di passaggi tra produttore e consumatore, con migliori garanzia di mantenimento delle caratteristiche organolettiche.
“Col nuovo anno scolastico – ha detto il sindaco Giuseppe Ferrarello – riprende la sperimentazione avviata nelle mense, gli studenti avranno la possibilità di gustare un pasto cucinato con materie prime prodotte da aziende distanti poche centinaia di metri dalla scuola. La nostra sarà una mensa scolastica improntata ai principi della sostenibilità ambientale, difatti da quest’anno sarà utilizzato anche il kit di stoviglie lavabili per la riduzione dei rifiuti, abbiamo sostituito le stoviglie usa e getta con un kit lavabile fornito gratuitamente dall’amministrazione. L’obiettivo è di ridurre la quantità di rifiuti smaltiti in discarica, migliorando l’eccellenza del Comune di Gangi nell’ambito della raccolta differenziata”.

 

CONDIVIDI