CecalSrl

L’AnciSicilia aderirà allo sciopero generale dei lavoratori precari della Regione, degli enti locali e della sanità, indetto da Cgil, Cisl e Uil per l’11 dicembre e invita tutti i sindaci dell’Isola a partecipare indossando la fascia tricolore.
Lo ha deciso questa mattina l’Ufficio di Presidenza dell’Associazione spiegando che: “La decisione scaturisce da un lungo percorso che tiene conto della necessità di trovare una soluzione definitiva per uscire dalla logica delle proroghe e delle deroghe. Su questo tema il 13 maggio scorso abbiamo intrapreso un percorso di confronto con tutte le organizzazioni sindacali e di rappresentanza dei lavoratori precari, al termine del quale, il 16 luglio, è stato approvato un documento unitario trasmesso al governo nazionale e al governo regionale. Alla base del documento vi è la considerazione secondo la quale questo stato di cose va superato attraverso una possibile trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato, in particolare nei comuni in dissesto e in quelli che hanno avviato il piano di riequilibrio”.
“A questo di deve aggiungere che restano ancora sul tappeto tutti i temi posti dalla nostra Associazione all’attenzione del governo regionale lo scorso1 dicembre: non si hanno, infatti, notizie di ulteriori trasferimenti da parte della Regione che consentirebbero di far fronte alle tante emergenze e all’ordinario pagamento di stipendi e fornitori. Infine, non bisogna dimenticare il delicatissimo tema della proroga dei termini di rendicontazione degli interventi di cui al Programma Operativo FESR Sicilia 2007/2013: ove non venisse accordata rischierebbe di produrre conseguenze catastrofiche per i comuni e per l’intera economia dell’Isola”.

CONDIVIDI