CecalSrl

I lavoratori forestali della Sicilia (78isti, 101nisti e 151nisti) si appelleranno alla Corte Europea per la trasformazione dei contratti a tempo indeterminato.
Sala gremita di lavoratori forestali l’altra sera a Castelbuono per l’incontro con l’avvocato Angela Fasano, tema della serata: “Trasformazione dei contratti a tempo indeterminato.”
L’avvocato Fasano, su richiesta di alcuni lavoratori della forestale, ha studiato una strategia legale a basso costo per la categoria più anziana non stabilizzata, più alta è la partecipazione più bassa è la spesa. La quota si aggira tra le 35 e le 40 euro e non ci saranno ulteriori spese, nemmeno in caso di respingimento da parte della Commissione Europea, quest’ultimo passaggio era fondamentale per i presenti. I lavoratori della forestale devono appellarsi all’art. 15 della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea, proclamata il 27 dicembre 2007, gli operai sono vittime della violazione. Vanno salvaguardati i livelli occupazionali – dice l’Avvocato Fasano – e i forestali devono lavorare non con misure assistenziali, ma con un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato e pieno. La stragrande maggioranza che ha partecipato al dibattito di Castelbuono, ha già aderito all’azione legale collettiva che coinvolgerà quanti più lavoratori siciliani possibili. L’avvocato giorno il 22 dicembre avrà un incontro a Valderice e dopo le festività natalizie farà tappa a Enna, Caltanissetta, Siracusa ecc.
Si pensa che i ricorsi partiranno nella primavera del 2016.
Documentazione richiesta: Certificato storico del lavoro, da richiede presso i centri per l’impiego; documento di identità; codice fiscale; quota unica di partecipazione (anche in un secondo momento).
Per maggiori informazioni:
Palermo. Via Catania 42 C – 091 341301 – [email protected]
Castelbuono. Studio Toscano-Cicero – Via del Rosario 2 – 0921 673080

Michele Mogavero

CONDIVIDI