CecalSrl

I Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati a garantire un capodanno sicuro, fino all’alba di oggi, sono stati impegnati nel controllo di persone ed automobilisti in uscita dai vari locali del capoluogo e della provincia, assicurando la capillare presenza dell’Arma.

Sono due le persone sottoposte agli arresti domiciliari, che sono state fermate dai carabinieri mentre festeggiavano il capodanno noncuranti degli obblighi impostigli, B.c. palermitano classe 1989 fermato in via Ciaculli dai militari della Stazione di Palermo Brancaccio ed I.a. corleonese classe 1955 controllato dai carabinieri del Nucleo Radiomobile a passeggio per le strade di Corleone. Entrambi sono stati tratti in arresto su disposizione dell’Autorità Giudiziaria e condotti ai domiciliari in attesa di essere sottoposti a giudizio con rito direttissimo nella giornata di domani.

Infine si segnalano 7 persone che hanno riportato ferite causate dal maneggio di artifizi pirotecnici e che hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari dei Pronto soccorso del Policlinico e del Civico.

Presso il Policlinico un 17enne palermitano è stato riscontrato affetto da ferita mano sx e ferita gluteo coscia dx, con una prognosi di 7 giorni.

Presso il Civico:

  1. D.F. r., 27enne palermitano è stato ricoverato nel reparto di ortopedia e traumatologia per una ferita da scoppio arto inferiore con corpi estranei da esplosioni di ordigno costruito a domicilio;
  2. Un 14enne palermitano  ha riportato un trauma diretto all’occhio sinistro da frammenti provenienti da verosimile fuoco d’artificio;
  3. D.G. f., 27enne palermitano ha riportato ferite da scoppio di petardo mano sinistra e iperemia congiuntivale con cheratite puntata con una prognosi di 8 giorni;
  4. C.g., 31enne palermitano ha riportato ustioni della mano destra e del volto da fiamma (polvere pirica);
  5. G.a. 42enne tunisino, proveniente dall’ospedale di Canicattì è stato ricoverato presso il reparto di chirurgia plastica e ricostruttiva per un grave trauma da scoppio mano destra ed occhio destro.
CONDIVIDI