CecalSrl

figuccia angeloOgni giorno-afferma Angelo Figuccia (nella foto accanto), Consigliere comunale di Forza Italia- la riorganizzazione del servizio pubblico locale, ci offre spunti interessanti.

Abbiamo visto studenti abbandonati a loro stessi, in una totale assenza di mezzi pubblici, strade sventrate con l’impazzimento del traffico urbano, semafori intermittenti quasi fossero addobbi natalizi, tram finalmente in funzione, ma non si sa ancora per chi, visto che viaggiano con una media di 10 persone all’andata e 9 al ritorno, autisti costretti a scendere dal tram per fare la manovra, alla faccia dei milioni spesi e della tecnologia all’avanguardia.

Ma non è ancora abbastanza-continua Figuccia-mancava all’appello una schiera di cassonetti stracolmi di rifiuti, ergersi come fossero faraglioni, proprio davanti alla fermata dell’autobus, che forse, con l’avvento del tram, il nostro Sindaco considera ormai mezzi da rottamare e avrebbe pure ragione se non fosse che il tram copre una piccola parte della città.

In queste condizioni le alternative sarebbero due, o impedire l’accesso agli utenti o barcamenarsi in manovre pericolose e difficili, sia per l’autista che per il cittadino.

Mi rendo conto-conclude Figuccia- del fatto che il Sindaco, andando in giro con la sua auto dai vetri oscurati, per i tanti impegni di inaugurazioni e passerelle demagogiche, non avrà visto lo stato di degrado della città, che invece è sotto gli occhi di tutti, e di cui, episodi come questo testimoniano la disorganizzazione.

CONDIVIDI